Sei in: Home > Articoli > Ambiente > La Liguria brucia

La Liguria brucia

Diversi incendi sono stati domati, per fortuna

Notte di fuoco tra i boschi di Casarza Ligure dove, per mano d’imperizia di qualcuno, sarebbero andati distrutti circa 10 ettari di vegetazione composta da pini e lecci, l’intervento dei vigili del fuoco è durato ore ed ore ed è tutt’ora in fase di spegnimento con due squadre rimaste sul posto insieme a quattro della protezione civile e due elicotteri. Le fiamme alte anche fino a 20 metri, si sono estese in Val Petronio, al confine tra i Comuni di Casarza Ligure e Sestri Levante e sono arrivate non lontano da due campeggi che sono stati evacuati per precauzione e da alcune abitazioni. Ieri sera, inoltre, a causa del fumo era stata chiusa temporaneamente anche una corsia della A12 in direzione La Spezia.

Altri due vasti incendi di sterpaglie sono stati spenti dai vigili del fuoco nei pressi di Camporosso e in valle Armea a Sanremo, vicino l’outlet The Mall. A Camporosso sono bruciati circa 5000 metri quadrati di sterpaglie e serre in disuso, sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Ventimiglia che, con il supporto di un’autobotte dal distaccamento di Sanremo, hanno domato e spegno l’incendio in 4 ore.Il secondo ha richiesto più sforzi perchè le fiamme stavano divampando in mezzo alle case, minacciando case e attività lavorative ma fortunatamente nessuno ci ha rimesso. Hanno lavorato squadre di Sanremo, con rinforzi da Albenga e squadre di protezione civile e volontari. Sono in corso anche delle indagini per capire la natura dell’incendi, che si pensa possa essere di origine dolosa, e soprattutto per capire se ci sia una correlazione tra i due incendi.