Sei in: Home > Edizioni Locali > Napoli > La Camorra condanna a morte il cane anti-droga Pocho

La Camorra condanna a morte il cane anti-droga Pocho

Condannato a morte dalla Camorra il cane anti-droga della Questura di Napoli.

Sentenza di morte emessa dalla Camorra, questa volta non per un pentito o per un affiliato, ma per Pocho il cane poliziotto della Questura di Napoli.

Un Jack Russell da record nel napoletano per aver scovato decine e decine di chili di droga, permettendo agli agenti una serie di sequestri significativi.

Il nome del cane, Pocho, deriva dal soprannome dl’ex calciatore Lavezzi e da nove anni il cuccio fa parte della squadra antidroga. Oltre due tonnellate di stupefacenti e diversi milioni di euro di profitti sottratti ai clan, hanno fatto guadagnare al cane una vera e propria taglia sulla testa. Pare che gli spacciatori stiano adottando diversi escamotage per distrarlo e per ucciderlo come altri cani ai cancelli o polpette avvelenate, ma il cane poliziotto non si lascia corrompe e fa il suo dovere. Ancora un anno per la pensione, nel frattempo al cucciolo non resta che lasciarsi proteggere e coccolare da tutta la squadra mentre svolge il suo encomiabile lavoro.