Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Invitato a mettere la mascherina aggredisce agenti,arrestato

Invitato a mettere la mascherina aggredisce agenti,arrestato

 

Invitato a indossare la mascherina, un uomo ha aggredito gli agenti della polizia locale e ha aizzato la folla contro di loro. Per questo un 47/enne genovese è stato arrestato con le accuse di per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale.

E’ accaduto a Genova, in via Sestri, in prossimità di piazza Baracca. L’uomo camminava in compagnia di una donna e due minori. Gli agenti, in borghese, si sono qualificati e lo hanno invitato a indossare il dispositivo di protezione. Lui ha cominciato a riprenderli con il cellulare (così come ha fatto la donna in sua compagnia) e si è rifiutato di mettere la mascherina dicendo “questo obbligo è incostituzionale perché viola la libertà personale”. Gli agenti gli hanno chiesto i documenti per multarlo e l’uomo ha cominciato a istigare la folla chiedendo che intervenisse in suo aiuto. La pattuglia ha chiesto l’intervento di altri colleghi e quando sono arrivati sul posto all’uomo è stato detto che doveva essere accompagnato al distretto per l’identificazione. Il 47/enne allora ha aggredito gli agenti con gomitate e pugni e ad uno ha cercato di strappare le manette torcendogli il braccio (per due ci sono stati 10 giorni di prognosi). Ma è stato bloccato, nonostante ciò ha continuato ad aizzare la folla capendo di non poter più scappare, l’energumeno ha fornito i suoi documenti, continuando, però, ad aizzare la folla che non lo ha assecondato. Nel frattempo sul posto sono arrivate anche due pattugli dei carabinieri e il comandante del Sesto distretto della polizia locale. L’uomo aveva in tasca un coltello con una lama di 9 centimetri