ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 3 Luglio 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Innovazione: Rosolen-Zilli, Living Lab IoT Amaro fa crescere imprese

Oggi l’inaugurazione del quarto hub in Friuli Venezia Giulia
Amaro, 14 giu – “Mettere le imprese nelle migliori condizioni
per sfruttare al massimo le importanti opportunità che riserva il
percorso della digitalizzazione, specialmente nelle aree montane,
per sviluppare e far crescere la competitività del territorio
alpino e dell’intero sistema economico regionale, offrendo
servizi a tutti i percorsi di formazione, alle persone e alle
imprese. Sono priorità per l’Amministrazione regionale che per
questo ha investito con forza sul progetto Argo, di cui Ip4Fvg è
parte importante”.
Lo ha detto stamattina l’assessore regionale a Ricerca e
Formazione, Alessia Rosolen, in occasione dell’inaugurazione
della nuova sede del Living Lab IoT di Ip4Fvg ospitata nel Parco
tecnologico di Amaro, nel Carnia Industrial Park; si tratta del
quarto hub in Friuli Venezia Giulia (dopo San Vito al
Tagliamento, Trieste e Udine) specializzato in tecnologie
abilitanti Iot (Internet of Things, cioè Internet delle Cose),
strumentazioni hardware e software utili per la trasformazione
digitali delle imprese della nostra regione.
Presente anche l’assessore alle Finanze, Barbara Zilli, che nel
suo intervento ha messo in evidenza l’importanza della virtuosa
sinergia tra Carnia Industrial Park e Friuli Innovazione: “È
infatti grazie alle scelte societarie che abbiamo adottato
all’inizio del mandato che oggi abbiamo raggiunto un risultato di
grandissima valenza per una zona, quella montana, che prima era
periferica e che adesso diventa invece fulcro dell’innovazione, a
vantaggio della ricerca e delle imprese che qui continuano a
investire”, ha detto.
“L’inaugurazione del Living Lab IoT di Ip4Fvg di Amaro è un
importante segnale di fiducia per le imprese che vogliono
continuare a investire nell’area montana ed è anche un segnale di
grande soddisfazione per l’Amministrazione regionale che ha
investito bene le proprie risorse – ha detto ancora Zilli -:
questo polo, non a caso, dimostra di essere capace di attrarre
nuove attività imprenditoriali. È fondamentale adesso, in questo
momento straordinario sotto il profilo finanziario, continuare a
lavorare in rete per rafforzare le sinergie e rendere ancora più
competitivo il territorio”.
“L’innovazione tecnologica crea nuove opportunità anche per la
montagna – ha aggiunto Rosolen -. I percorsi per l’innovazione in
azienda, in particolare, rappresentano oggi il principale fattore
sul quale puntare per garantire posti di lavoro nelle zone
montane e per ridurre il divario tra aree urbane e interne.
Perciò la Regione sostiene gli investimenti nelle nuove
tecnologie e di conseguenza le aziende che vogliono attuare
l’Industria 4.0”.
All’inaugurazione del nuovo allestimento hanno preso parte il
sindaco di Amaro, Laura Zanella, l’amministratore delegato di
Friuli Innovazione, Filippo Bianco, la presidente di Area Science
Park, Caterina Petrillo, e il presidente del Carnia Industrial
Park, Roberto Siagri. Oggi è stato presentato anche il masterplan
che definisce le linee guida per la riqualificazione e
l’ampliamento del corpo storico del Parco tecnologico di Amaro.
Nell’IoT hub di Amaro vengono esposti dimostratori tecnologici di
aziende che hanno già intrapreso la strada della digitalizzazione
delle cose; si aiutano così le imprese che vogliono digitalizzare
le loro macchine e impianti a trovare i giusti partner per
realizzare una trasformazione digitale di successo.
ARC/PT/pph