ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 3 Luglio 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Infrastrutture: Pizzimenti, Regione aderisce a call per reti 5G

Udine, 19 mar – La Regione Fvg sarà partner associato del
progetto “5G Gail” volto a realizzare uno studio di fattibilità
per individuare le opere, le criticità e i costi necessari a
garantire una copertura con tecnologia 5G degli assi autostradali
compresi nel corridoio delle reti trans-europee di trasporto
(Ten-T) Adriatico-Baltico, concentrandosi sulla tratta che va da
Udine al confine di Coccau. Grazie a questa partecipazione, la
Regione potrebbe in futuro partecipare ad una successiva call per
la realizzazione di infrastrutture digitali, beneficiando del
contributo europeo previsto dal bando, fino al 50%.

Lo ha approvato la Giunta regionale su proposta dell’assessore
alle Infrastrutture e al Territorio, Graziano Pizzimenti,
nell’ultima seduta di Giunta.

La proposta progettuale, a cui la Regione aderirà e che
Autostrade per l’Italia spa, Cellnex Italia spa e Cellnex Austria
stanno redigendo, verrà presentata nell’ambito dell’invito a
partecipare al programma Connecting Europe Facility Digital per
la copertura 5G lungo i corridoi di trasporto con l’obiettivo di
garantire la copertura mobile con tecnologia 5G sull’A23.

“La partecipazione della Regione quale partner associato che non
comporta oneri a carico del bilancio regionale, potrà contribuire
ad individuare le soluzioni tecniche più adeguate per soddisfare
l’interesse pubblico, anche comprendendo il riuso di tratti della
rete pubblica regionale – ha indicato Pizzimenti -. Potrebbe
fornire, inoltre, un apporto conoscitivo alla proposta
progettuale in merito alla compatibilità delle infrastrutture
tecnologiche rispetto alle tutele paesaggistiche previste dal
Piano paesaggistico regionale”.

Il programma Cef (Connecting europe facility), recentemente
approvato per il periodo di programmazione 2021-2022 si compone
di tre assi: trasporti, energia e digitale. Proprio sull’asse
digitale sono state recentemente aperte alcune call, tra le
quali, quella che riguarda la copertura degli assi autostradali e
ferroviari dei corridoi Ten-T.

“I punti maggiormente critici per la copertura mobile – ha
ricordato Pizzimenti – sono le gallerie, le aree montane e quelle
a ridosso dei confini sloveno e austriaco; se per quest’ultimo è
dunque in atto la proposta licenziata oggi dalla Giunta, sul
fronte sloveno, sentito il servizio per la trasformazione
digitale della Repubblica di Slovenia, è stato invece concordato
di rinviare ad una successiva call la partecipazione della
Regione, quale soggetto proponente, per uno studio che si
concentri sui gap infrastrutturali tra i due territori”.
ARC/LP/al