Sei in: Home > Edizioni Locali > Milano > Il primo giugno riaprono 5 piscine a Milano, con acquisto del biglietto d’ingresso online

Il primo giugno riaprono 5 piscine a Milano, con acquisto del biglietto d’ingresso online

image_pdfimage_print

Sono pronte alla riapertura cinque piscine a Milano, il 1 giugno, data fissata da Regione Lombardia per la riapertura dei centri sportivi, tra cui anche le palestre. Milanosport ha reso noto gli orari fino al 14 giugno: le prime due settimane saranno una sorta di sperimentazione e rodaggio, anche perché dopo l’emergenza sanitaria da Covid-19 sono in vigore nuove regole per prevenire il diffondersi del virus, dettate dalle linee guida ministeriali.

Le piscine aperte

Le piscine che riaprianno subito sono la Cozzi (viale Tunisia), la Carella-Cantù (via Graf), la Murat (via Villani), la Procida (via Giovanni da Procida) e la Saini (via Corelli, solo la vasca da 50 metri). Ognuna di queste piscine osserverà un giorno di chiusura settimanale, rispettivamente sabato, martedì, venerdì, mercoledì e lunedì (ma lunedì 1 giugno la Saini sarà comunque aperta). Gli ingressi sono nella maggior parte dei casi scaglionati ogni due ore. L’ingresso resta gratuito per i bimbi sotto i 5 anni e per gli adulti sopra i 65 che hanno un Isee inferiore a 6.500 euro; ridotto (da 4 a 6 euro a seconda dell’impianto) per chi ha tra 5 e 25 anni e per gli over 65 con Isee tra 6.500 e 18.000 euro. La tariffa intera varia invece da 6 a 8 euro, sempre a seconda dell’impianto. Un pdf di Milanosport indica nel dettaglio le tariffe, gli orari e i giorni di apertura e chiusura di tutte le cinque piscine. Tre piscine (Lido, Suzzani e Quarto Cagnino) non potranno invece riaprire nemmeno da metà giugno. Erano infatti interessate da lavori di manutenzione che sono stati ritardati dal lockdown, pertanto non saranno operative per l’estate 2020.

Le regole

Per evitare code e assembramenti, Milanosport attiverà l’acquisto online del biglietto d’ingresso direttamente dal sito ufficiale. Nelle piscine coperte dove si potrà praticare solo il nuoto libero, e la permanenza consentita nel centro sarà di massimo due ore. Nei Centri Balneari e piscine scoperte con giardini adibite a nuoto ludico la permanenza sarà di mezza giornata.