Sei in: Home > Edizioni Locali > Genova > Il nuovo treno “Pop” approda tra le Ferrovie di Genova e collegherà tutta la riviera Ligure

Il nuovo treno “Pop” approda tra le Ferrovie di Genova e collegherà tutta la riviera Ligure

image_pdfimage_print

Salgono a dieci i nuovi treni regionali in circolazione in Liguria. Da oggi si aggiunge un nuovo treno Pop. Il convoglio verrà subito utilizzato per i collegamenti tra Savona, Genova e Sestri Levante e sulla linea Genova-Busalla-Arquata e fa parte della fornitura di 48 nuovi treni previsti nel Contratto di Servizio sottoscritto a gennaio 2018 da Regione Liguria e Trenitalia. L’accordo prevede investimenti per 557,7 milioni di euro, di cui 390 milioni per il rinnovo della flotta regionale, facendo scendere l’età media dei treni a cinque anni entro il 2023.

La consegna è avvenuta oggi nell’impianto di manutenzione di Savona alla presenza di Giovanni Toti, presidente Regione Liguria, Gianni Berrino, assessore ai Trasporti della Regione Liguria, Massimo Arecco, vicesindaco Comune di Savona e, per Trenitalia, Orazio Iacono, amministratore delegato, Sabrina De Filippis, direttore divisione Passeggeri Regionale e Giovanna Braghieri, direttore regionale Liguria.

È stata l’occasione per illustrare anche le funzionalità della nuova app Trenitalia, in fase di sperimentazione, che permette di conoscere in tempo reale, grazie al counter digitale, il numero dei posti disponibili a bordo dei treni regionali. Un algoritmo esporrà con tre diversi colori (rosso, giallo, verde) l’andamento delle presenze a bordo treno sino a non consentire gli acquisti nel momento in cui il treno sarà sold out.

Il nuovo treno mono piano ha 4 carrozze, con 4 motori di trazione, può raggiungere la velocità massima di 160 km/h e potrà trasportare fino a circa 530 persone, con oltre 300 posti a sedere (attualmente le regole per limitare la diffusione del Coronavirus permettono di utilizzarne solo la metà). È dotato di area passeggini, illuminazione a led, nuovo sistema di climatizzazione, prese usb e di corrente a 220V per ricaricare tablet e smartphone e trentadue videocamere a circuito chiuso con riprese live. Infine sono presenti due postazioni dedicate ai diversamente abili e sei posti bici con prese elettriche per ricaricare i modelli di nuova generazione.