Sei in: Home > Articoli > Ambiente > Il Fvg accetta il progetto europeo per mitigare i cambiamenti climatici

Il Fvg accetta il progetto europeo per mitigare i cambiamenti climatici

Anche il Friuli-Venezia Giulia aderisce al progetto europeo Prospect 2030 che punta alla riduzione delle emissioni di carbonio e lo sviluppo di una pianificazione energetica innovativa.

Migliorare le strategie e le politiche di pianificazione energetica a basse emissioni di carbonio e sostenere la mitigazione dei cambiamenti climatici. È questo l’obiettivo del progetto europeo Prospect 2030, approvato dal Comitato di sorveglianza del programma Interreg Central Europe 2014-20 e sul quale la Giunta Fedriga ha dato il proprio assenso con una apposita delibera proposta dall’assessore alla Difesa dell’ambiente, Fabio Scoccimarro.

L’attività, che vede come capofila la Regione Piemonte e la collaborazione di altre nove istituzioni comunitarie, tra le quali il Friuli Venezia Giulia, ha lo scopo di migliorare le competenze dei partner coinvolti per l’attivazione di fondi pubblici destinati agli investimenti in misure a basse emissioni di carbonio, con un maggior rapporto costo-efficacia rispetto al passato.

Il traguardo sarà raggiungo collegando una pianificazione energetica innovativa, focalizzata su fonti energetiche rinnovabili e sulle tecnologie a basse emissioni di carbonio, con gli obiettivi europei 2030 di promozione delle politiche regionali di sostenibilità energetica e di mitigazione dei cambiamenti climatici. Infine, grazie ad un approccio transnazionale su metodi e apprendimento reciproco, i project partners punteranno a migliorare le proprie capacità nell’elaborazione di politiche energetiche a basse emissioni di carbonio. Il valore complessivo del progetto è di 1,9 milioni di euro, di cui la quota parte a carico del Friuli Venezia Giulia ammonta a 126 mila euro.