ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
sabato 25 Giugno 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Il Consiglio approva la delibera di autorizzazione ad avviare l’iter per poter esternalizzare la riscossione coattiva

Contenuto della Pagina

Il Consiglio approva la delibera di autorizzazione ad avviare l’iter per poter esternalizzare la riscossione coattiva

Successivamente si è aperto in consiglio il dibattito sulla Delibera di G.C. n. 153 del 12 maggio 2022, avente ad oggetto l’autorizzazione all’affidamento in concessione delle attività connesse alla riscossione sollecitata e alla riscossione coattiva delle entrate tributarie e extratributarie.

L’assessore Pier Paolo Barretta ha subito spiegato che sulla delibera specifica non bisogna deliberare sul merito, ma semplicemente si da avvio all’iter che porterà all’affidamento del servizio di riscossione. È una delibera in continuità con la scelta fatta dal Consiglio nel mese di dicembre di assegnare la riscossione ad una società diversa da Equitalia. Per Barretta il perimetro dell’affidamento del servizio riguarderà la riscossione coattiva e non quella volontaria. In tal modo la futura società di riscossione diventa partner del comune che mantiene il controllo della riscossione. L’obiettivo è affidare la riscossione a una società esterna specializzata entro la fine dell’anno così che possa iniziare a operare dal 1 gennaio 2023. Il bando di gara deve essere indetto entro settembre, ma l’obiettivo dell’esponente della Giunta è anticipare la gara così che la società a cui sarà affidato il servizio sia operativa all’inizio del prossimo anno. L’interesse di tutti, maggioranza e minoranza, è il miglioramento della riscossione, ha concluso l’assessore, l’affidamento verrà fatto a chi offrirà la migliore soluzione nella gara che verrà effettuata.

Il Presidente della Commissione Bilancio Savarese, dopo aver illustrato il lavoro fatto dalla commissione, pone come elemento di riflessione il timore sulla possibile aggressività nelle richieste di riscossione coattiva da parte di una società esterna. Fulvio Fucito (Manfredi Sindaco) ha auspicato che l’esternalizzazione del servizio possa creare convincimento nei cittadini che il pagamento dei contributi sia il migliore investimento che si possa fare per la città di Napoli. Alessandra Clemente (Gruppo Misto) ha ricordato il tema dell’evasione delle tasse comunali non riguarda solo i cittadini privati, ma anche gli enti pubblici presenti nel territorio cittadino. Pertanto chiede che venga costruito un modello di riscossione umano che analizzi ogni situazione.

Sergio d’Angelo (Napoli Solidale Europa Verde) chiede di emendare il testo della delibera, chiedendo maggiore chiarezza all’assessore Baretta riguardo il richiamo al precedente atto di G.C. n. 345 del 24/09/2020 prodotto dall’amministrazione precedente. Rosario Palumbo (Cambiamo!) ha condiviso il dubbio di Sergio D’Angelo e confermato la perplessità sul reale incremento dell’incasso delle tasse grazie all’azione della società di riscossione. Ha chiesto chiarezza anche sul costo del servizio e se porterà oneri aggiuntivi per le casse comunali. Anna Maria Maisto (Azzurri Noi Sud Napoli Viva) ha ribadito il pieno appoggio al sindaco e all’amministrazione per le scelte amministrative per il bene della città. Dopo la replica di Baretta il consiglio con votazione a maggioranza ha accolto la richiesta della sospensione della seduta fatta dal consigliere Sergio D’Angelo.

La seduta è ripresa con la presenza di 26 consiglieri con la parole dell’assessore Baretta che ha specificato che le modifiche riguarderanno il progetto di riscossione. Il procedimento di esternalizzazione, ha confermato D’Angelo, è già in corso visto che la precedente amministrazione ha già evidenziato la pubblica utilità. Pertanto si è proceduto all’approvazione a maggioranza dell’ordine del giorno composto da 15 punti presentato dai consiglieri D’Angelo e Palumbo che prevede di impegnare il Sindaco e la giunta a verificare preventivamente il progetto di affidamento alla società di riscossione. Successivamente è stato ritirato l’ordine del giorno a firma di Toti Lange. Approvato a maggioranza anche l’ordine del giorno presentato del presidente della Commissione Bilancio Savarese. La delibera di autorizzazione ad avviare l’iter per poter esternalizzare la riscossione coattiva è stata approvata a maggioranza con l’astensione di Toti Lange.