Sei in: Home > Articoli > Sport > Il coast to coast tra Juve e Lazio per lo scudetto: ancora uno spiraglio per la squadra di Inzaghi

Il coast to coast tra Juve e Lazio per lo scudetto: ancora uno spiraglio per la squadra di Inzaghi

image_pdfimage_print

La giornata di sabato è stata un incubo per la Lazio. La Juventus si è assicurata 3 punti, demolendo il Torino con 4 gol e tanta cattiveria. I biancocelesti, scesi in campo contro il Milan senza Caicedo e Immobile, sono stati piegati dalle reti di Calhanoglu, Ibrahimovic e Rebic.

Una sconfitta che è suonata come una sentenza, perché ha proiettato la squadra di Inzaghi a -7 dalla vetta, un divario difficile da colmare in soltanto otto turni. Ma la Lazio ha ancora un’arma dalla sua parte: il calendario.

Il coast to coast

Mentre per Immobile e compagni il peggio sembra essere passato, gli uomini di Sarri hanno davanti diverse settimane di fuoco. Martedì, a San Siro, affronteranno il Milan, una squadra in grande forma e con l’ambizione di raggiungere l’Europa. Contro gli uomini di Pioli la Juve si presenterà senza due pilastri fondamentali: de Ligt e Dybala, squalificati dopo i gialli presi nel Derby.

Quattro giorni dopo sarà la volta dell’Atalanta di Gasperini, che potrà godere anche di Ilicic, rientrato dall’infortunio.

Il 20, dopo la sfida contro il Sassuolo dei record, sarà la volta di Juventus-Lazio. Se la Juventus perderà qualche punto in una di queste gare, lo scontro diretto sarà probabilmente il match point per lo Scudetto.

Se i biancocelesti riuscissero ad aggiudicarsi il big match, il distacco di punti tra le due potrebbe essere davvero minimo.

Gazzetta: “Immobile è ancora in dubbio: non è da escludere la ...

 

La volata scudetto

Saranno le ultime quattro gare a decretare il vincitore del campionato: Udinese, Sampdoria, Cagliari e Roma per Sarri e Cagliari, Verona, Brescia e Napoli per Inzaghi.

A meno di clamorosi scivoloni, la squadra di Lotito ha ancora tutte le carte in tavola per alzare il trofeo più importante d’Italia.

Ronaldo: 'Gol su punizione? Ne avevo bisogno, Dybala ...