Breaking News Streaming
Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Giacomo Guerrera, primo Garante dei Diritti per l’Infanzia e l’Adolescenza di Genova

Giacomo Guerrera, primo Garante dei Diritti per l’Infanzia e l’Adolescenza di Genova

A nominarlo è stato il sindaco Marco Bucci dopo l’istituzione di questa figura, votata all’unanimità da parte del consiglio comunale; coordinerà la propria attività con il Garante nazionale e regionale

Il Garante è un’autorità indipendente che non si occupa prioritariamente dei singoli casi ma del rispetto dei diritti di tutti i minori da parte dell’Amministrazione e degli altri soggetti che operano nella comunità. Fra i suoi compiti vi sono la promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e la partecipazione e l’ascolto di bambini e adolescenti a livello individuale e collettivo. Segnala inoltre all’autorità giudiziaria situazioni di presunta violazione dei diritti e qualsiasi forma di discriminazione, verifica anche che ai minori siano garantite pari opportunità nell’accesso ai diritti.

«Intendo mettermi a disposizione e operare applicando i principi della Convenzione Internazionale dei Diritti del Fanciullo: il superiore interesse del minore, il suo ascolto e il diritto alla salute sono solo alcuni di questi – ha affermato il Garante -. Evitare discriminazioni e lottare contro bullismo e cyberbullismo sono ulteriori sfide. A tutela dei più giovani occorre fare ancora tanti passi avanti ma ci si può riuscire con l’aiuto e la collaborazione di tutti».

L’assessore alle Pari opportunità Arianna Viscogliosi ha detto: «Vogliamo dare voce ai bambini e ai ragazzi, desideriamo includerli e valorizzarli nell’attività comunale e della città. Per questo offriamo il nostro impegno e saremo disponibili a ricevere proposte di progetti e di azioni da portare avanti in nome e per loro conto. Tutto ciò anche attraverso il Garante».

Almeno due volte l’anno il Garante convocherà un incontro con i rappresentanti delle principali istituzioni cittadine corresponsabili della cultura e della tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, sia pubbliche sia del privato sociale, facilitando azioni di coordinamento, intese, accordi e protocolli operativi tra i diversi soggetti.