ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 14 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Genova sotto la pioggia e il forte vento: si contano i danni

Numerosi i danni in città causati dalla pioggia e dalle forti raffiche di vento, tra muri e alberi caduti

Genova sta facendo i conti con i numerosi danni causati dal Maltempo che sta flagellando la Regione. Numerose sono le squadre dei vigili del fuoco in azione che stanno operando in tutto il territorio della provincia del capoluogo. La centrale, ad esempio, ha messo a disposizione ben 8 squadre e tutti i distaccamenti.

Tra le zone più colpite la riviera del Levante che enumera numerosi alberi caduti, infrastrutture pericolanti, tegole cadenti, abitazioni danneggiate. Il forte vento imperversa e non da respiro alle squadre di soccorso e ai cittadini. In via Zara, nel quartiere di Genova Albaro, ad esempio, sono caduti alcuni alberi. Sul posto è intervenuta una squadra dei vigili del fuoco, per la rimozione degli stessi. La strada che risultava impraticabile è stata poi riaperta.

Qui di seguito il video delle operazioni dei Vigili del fuoco:

Addirittura in via Bottini, a Sturla, è crollato un muro.

I sindaci della Regione e il governatore Giovanni Toti hanno più volte richiamato la massima cautela nell’uscire di casa, nel recarsi al lavoro e hanno suggerito ai cittadini di limitare al minimo indispensabile qualsiasi spostamento e di le norme di autoprotezione: «Massima attenzione fino alla fine dell’allerta meteo in tutta la regione. Quando l’allerta rossa diventa arancione non vuol dire che è sicuro uscire di casa e organizzare gite senza alcun pericolo. La situazione, con l’allerta arancione, è quasi identica a quando c’è la rossa, ma lascia più possibilità ai sindaci di gestire le azioni da intraprendere nei loro Comuni. Quando il colore da rosso passa ad arancione vuol dire che c’è una piccola percentuale in meno che accadano fenomeni gravi, ma l’attenzione rimane comunque molto alta: finché non si torna a una situazione di tranquillità, ogni colore significa un pericolo», ha dichiarato Toti.