ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
lunedì 8 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Gdf sequestra beni per 800 milioni a 3 imprenditori calabresi

 

La Guardia di Finanza, coordinata dalla Dda di Catanzaro, sta eseguendo un decreto di sequestro di beni per un valore di oltre 800 milioni a 3 fratelli, imprenditori di Lamezia Terme del settore della grande distribuzione e proprietari di uno dei più grandi centri commerciali della Calabria.

Il sequestro riguarda oltre al centro commerciale, anche 19 ipermercati, concessionarie di auto e moto, le partecipazioni in 34 società comprese la squadra di calcio ‘Vigor Lamezia’ e quella di volley ‘Pallavolo Lamezia’, fabbricati e ville, una quarantina di veicoli tra i quali una Ferrari, rapporti bancari intestati ai tre e ai familiari.

Le indagini sono state condotte dagli uomini del Gico e del Nucleo di Polizia economico finanziaria della Gdf di Catanzaro e sono collegate ad un’altra inchiesta denominata Andromeda che è in fase di giudizio.

C’é anche il centro commerciale “Due Mari”, a Maida, il più grande della Calabria, tra i beni per oltre 800 milioni di euro sequestrati dalla Guardia di finanza nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro.

I beni sequestrati sono riconducibili ai fratelli Francesco, Pasqualino e Marcello Perri, titolari di una vasta serie di attività imprenditoriali e commerciali nel comprensorio di Lamezia Terme e in altre zone. Il provvedimento di sequestro é stato emesso dall’Ufficio misure di prevenzione del Tribunale di Catanzaro su richiesta della Dda.