Streaming
Sei in: Home > Archivio > Furto di matrice passionale nel reggiano

Furto di matrice passionale nel reggiano

 Ha svuotato il conto corrente della fidanzata, giustificando il suo gesto come una sorta di vendetta sospettando il tradimento da parte della ragazza.
    Protagonista della vicenda un operaio 36enne di Novellara, nel Reggiano, accusato di furto e indebito utilizzo di Bancomat e carta di credito.
    L’uomo, con la premura degna del miglior compagno ha invitato la ragazza, una 23enne reggiana, ad andare a bere una birra poi, entrato in possesso del suo portafoglio le ha sottratto il Bancomat. Dopo averla accompagnata a casa si è precipitato presso uno sportello Atm e le ha prosciugato il conto lasciando un saldo di 5 euro.
    Il 36enne è stato però identificato dai Carabinieri di Novellara a cui la derubata, si è rivolta denunciando l’accaduto dopo aver verificato tramite l’apposita applicazione che il suo conto era stato svuotato. Scoperto l’uomo ha restituito i soldi all’oramai ex fidanzata dicendo di aver agito per vendetta sospettando che la sua fidanzato lo tradiva.