Streaming
Sei in: Home > Articoli > Economia > Friuli lancia nuova governance e punta sulle microimprese

Friuli lancia nuova governance e punta sulle microimprese

Il piano industriale 2019-2022 del Friuli Venezia Giulia cambia rotta e si concentra sul supporto delle microimprese e delle ditte individuali.

È stato approvato oggi il piano industriale 2019-2022 del Friuli Venezia Giulia. Durante la presentazione del piano, il governatore della regione Massimiliano Fedriga ha parlato di una “nuova governance” che punterà sulle microimprese e sulle ditte individuali. “La nuova governance di Friulia punta, in accordo con la Regione e parallelamente alle iniziative tradizionalmente realizzate, a dare supporto in particolare alle piccole e medie imprese (Pmi) che compongono gran parte del tessuto produttivo del Friuli Venezia Giulia. In questo modo verranno sostenuti lo sviluppo e l’innovazione e saranno consolidate le imprese locali, con un occhio di riguardo alle startup”, ha spiegato Fedriga.

L’obiettivo sarà raggiunto tramite attività tradizionali e percorsi innovativi, con un duplice obiettivo: “ampliare la platea delle imprese potenzialmente beneficiarie e di iniziare a concorrere all’erogazione di finanziamenti tramite strumenti di finanza agevolata che facilitino l’accesso al credito delle Pmi”, come riassunto in una nota della Regione. Alla presentazione del piano ha partecipato anche Federica Seganti, presidente della finanziaria controllata dalla Regione Fvg, che ha sottolineato l’importanza di “sviluppare ulteriormente l’attività tradizionale, raggiungendo circa 70 Pmi in portafoglio, e a concorrere all’erogazione di finanziamenti a un target stimato di oltre 130 aziende giovani in fase di crescita tramite strumenti di finanza agevolata. Inoltre, grazie alla partnership tra la finanziaria regionale e l’Agenzia lavoro e sviluppo impresa, verranno favoriti nuovi investimenti e insediamenti produttivi che accresceranno l’attrattività della Regione”.