Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Cagliari > Febbre del Nilo Occidentale, due casi a Oristano

Febbre del Nilo Occidentale, due casi a Oristano

Sono stati registrati due casi di Febbre del Nilo Occidentale nella provincia di Oristano. La diagnosi è stata confermata dopo diversi giorni di esami.

Verso metà agosto due pazienti erano stati ricoverati nell’Unità Operativa di Medicina dell’ospedale San Martino, con dei sintomi che ricordavano quelli del West Nile Disease, la Febbre del Nilo Occidentale. I due pazienti sono entrambi di età avanzata, uno residente in provincia di Oristano, l’altro nella Penisola, ma trascorreva molto tempo in Sardegna. I due sono stati sottoposti all’analisi del fluido cerebrospinale presso il policlinico di Monserrato, che è un centro riconosciuto come riferimento regionale per i test di laboratorio. I risultati degli esami hanno tolto ogni dubbio: si tratta di Febbre del Nilo.

Al momento, uno dei due pazienti risultati positivi ai test, è ricoverato nel reparto di Rianimazione del Nosocomio di Oristano, mentre il secondo è stato trasferito ieri sera con l’elicottero dell’elisoccorso all’ospedale Santissima Annunziata di Sassari, anche lui in Rianimazione. È stato confermato che entrambi hanno contratto il virus dopo una puntura di zanzara, notoriamente un insetto vettore, e cioè in grado di trasmettere le malattie dagli animali all’uomo. A confermarlo sono i medici del Servizio di Igiene Pubblica della Assl di Oristano, a seguito di un’indagine epidemologica. I comuni di residenza dei due pazienti sono già stati avvertiti, e prenderanno tempestivamente le misure necessarie per prevenire e controllare il morbo.