Sei in: Home > Edizioni Locali > Fatture false e riciclaggio: evasione per 100 milioni

Fatture false e riciclaggio: evasione per 100 milioni

image_pdfimage_print

100 milioni di euro di evasione. Lo hanno scoperto i finanzieri del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria, coordinati dalla Procura della Repubblica di Roma.

Le indagini hanno consentito di scoprire un gruppo di criminali che ha portato avanti evasioni fiscali per oltre 100 milioni di euro e operazioni di riciclaggio e auto-riciclaggio dei proventi illeciti per oltre 55 milioni di euro.

L’organizzazione era stata già stata colpita alla fine del 2017, quando furono arrestati 4 imprenditori romani ritenuti gli ideatori dell’articolato sistema di frode.

Proseguendo con le indagini è stato possibile individuare anche gli altri soggetti. Ciascuno ricopriva un ruolo ben definito, come in un’azienda vera e propria.

I clienti finali, ai quali gran parte delle somme venivano poi retrocesse sotto forma di contanti, potevano così avere la disponibilità di denaro da utilizzare senza correre il rischio che le transazioni fossero “tracciate” attraverso i canali ufficiali.

Grazie alle numerose segnalazioni di operazioni sospette elaborate dai diversi intermediari finanziari e poi approfondite dai finanzieri, sono state individuate le anomale movimentazioni nei conti bancari dei membri del sodalizio.

Un esempio è quello di un uomo nullatenente che ha visto in circa sei mesi transitare sul proprio conto bancario oltre 5 milioni di euro.

A questo punto, l’Autorità giudiziaria capitolina ha emesso, nei confronti dei capi e dei loro più stretti collaboratori, una misura di sequestro preventivo e per equivalente per un importo totale di circa 20 milioni di euro, quale profitto dei reati di omessa presentazione delle dichiarazioni Iva, emissione di fatture per operazioni inesistenti, riciclaggio ed auto-riciclaggio, nonché il sequestro preventivo di 12 società cartiere e di un sito internet.