Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Estate con partenze intelligenti, meno traffico e vittime

Estate con partenze intelligenti, meno traffico e vittime

 

Nell’estate del Covid si registra un consolidamento della variazione delle abitudini di viaggio degli italiani, con una maggiore propensione a pianificare gli spostamenti in maniera più consapevole. Lo indica Viabilità Italia, il Centro di coordinamento nazionale in materia di viabilità. In base alle prime informazioni disponibili, si sono infatti avute partenze più scaglionate nei giorni a ‘bollino rosso’ e ‘nero’ (quest’ultimo nella sola mattinata dell’8 agosto, nei quali si è confermata una significativa distribuzione del traffico nell’arco dell’intera giornata. Ed i flussi veicolari consistent” in in alcuni giorni feriali del mese di agosto rappresentano bene la tendenza alle ‘partenze intelligenti’.
Un minor afflusso di traffico è stato registrato sulla viabilità autostradale di confine, tanto ai Trafori internazionali (Monte Bianco, Frejus e Gran San Bernardo) quanto alle barriere di ingresso e uscita dal Paese (A10-A22-A9-A23-A4), normalmente interessati dai turisti stranieri. I movimenti nazionali si sono confermati consistenti soprattutto verso le tradizionali località di villeggiatura e risultano in linea con i valori medi degli ultimi anni i transiti soprattutto lungo la direttrice Nord-Sud, con particolare interessamento dei corridoi adriatico (A14) e tirrenico (A10-A12), oltre naturalmente alla dorsale nazionale della A1 e lungo la A2 in direzione del Sud, dove ci sono state giornate con traffico anche molto intenso, soprattutto per gli imbarchi verso la Sicilia.
Polizia Stradale ed Arma dei Carabinieri, per garantire la sicurezza sulle strade, hanno dedicato 639.769 pattuglie, accertando 360.421 violazioni alle norme di comportamento dettate dal Codice della strada, ritirando 8.053 patenti di guida e 8.197 carte di circolazione e decurtando complessivamente 590.315 punti patente. Sono inoltre intervenute su 11.641 incidenti stradali (l’anno precedente erano stati 13.406). Sul fronte degli incidenti più gravi il numero delle vittime è sceso da 343 a 266, mentre quello delle persone ferite da 6.988 a 6.171.

image_pdfimage_print