Breaking News Streaming
Sei in: Home / Edizione Nazionale / E’ morto Pierre Carniti, storico segretario Cisl

E’ morto Pierre Carniti, storico segretario Cisl

Da leader della Cisl promosse l’accordo di San Valentino sulla scala mobile
Oggi all’età di 81 anni si è spento Pierre Carniti, storico segretario generale della Cisl, eurodeputato e senatore della Repubblica.

Nato a Castelleone in provincia di Cremona, il 25 settembre 1936, cominciò a fare sindacato a Milano alla fine degli anni ’50 per poi entrare nella segreteria della federazione dei metalmeccanici nel 1965 della quale divenne leader nel 1970. Sarà tra i promotori della prima esperienza unitaria dei metalmeccanici. Cattolico militante, 1979 divenne segretario generale della Cisl che guidò fino al 1985. In quegli anni (1984) fu tra io più accaniti sostenitori dell’”accordo di San Valentino”, stretto dal leader del Psi Bettino Craxi, sulla scala mobile, in pieno dissenso con la Cgil. Questa decisione, maturata durante le lunghe discussioni avute con Ezio Tarantelli – economista ucciso dalle Brigate Rosse nel 1985 -, creo una profonda rottura tra le organizzazioni sindacali, che sfociò nel referendum abrogativo del 1985, promosso dal Partito comunista italiano e sostenuto dalla Cgil. Nello stesso anno Carniti lasciò la Cisl dopo il vittorioso referendum sulla scala mobile che confermò il decreto frutto dell’accordo di San Valentino.

Lasciato il sindacato, Carniti fu per due volte eurodeputato nelle file prima del Psi e poi dei Democratici di Sinistra. È stato tra i fondatori del Movimento dei cristiano sociali. Tra il 1993 e il 1994 fu anche senatore per i socialisti. Era nipote della poetessa Ada Merini. Nel 1985 Marco Pannella lo propone al Psi come presidente della Repubblica, ma Carniti non ha l’eta’ minima di 50 anni per essere eletto: il leader radicale lo candida allora come presidente della Rai.

Il ricordo commosso della politica e del mondo dei sindacati
La notizia della morte dell’ex sindacalista è arrivata questo pomeriggio mentre era in corso la votazione in Senato della fiducia per il governo Conte. L’aula del Senato ha osservato un minuto di silenzio per commemorarlo.

Non hanno poi tardato ad arrivare le manifestazioni di cordoglio e affetto degli ex colleghi politici e sindacalisti. “Ci ha lasciati Pierre Carniti. E’ un momento di dolore e di grave lutto per la Cisl e per tutto il movimento sindacale italiano. Pierre è stato per i lavoratori italiani e per tutti noi un punto di riferimento costante ed una guida morale e politica. E’ stato un sindacalista che ha segnato con la sua azione sindacale davvero un’ epoca. Lascia un vuoto enorme nella società italiana. Non lo dimenticheremo mai”.

“L’intelligenza di Pierre Carniti ci manchera’ molto. Un sindacalista capace di guardare lontano e anticipare il futuro”. Lo scrive su twitter l’europarlamentare ed ex segretario generale della Cgil Sergio Cofferati.

Anche il neo ministro dello Sviluppo economico, del lavoro e delle politiche sociali, Luigi Di Maio, ha dedicato un pensiero a Carniti: “Oggi è scomparso Pierre Carniti – si legge su Twitter -, segretario generale della Cisl, sindacalista tra i più importanti e apprezzati, che ha scritto pagine di storia per i diritti dei lavoratori in Italia. Mi unisco al cordoglio di familiari e amici”

Sei in: Home / Archivio / E’ morto Pierre Carniti, storico segretario Cisl

E’ morto Pierre Carniti, storico segretario Cisl

Da leader della Cisl promosse l’accordo di San Valentino sulla scala mobile

Oggi all’età di 81 anni si è spento Pierre Carniti, storico segretario generale della Cisl, eurodeputato e senatore della Repubblica.

Nato a Castelleone in provincia di Cremona, il 25 settembre 1936, cominciò a fare sindacato a Milano alla fine degli anni ’50 per poi entrare nella segreteria della federazione dei metalmeccanici nel 1965 della quale divenne leader nel 1970. Sarà tra i promotori della prima esperienza unitaria dei metalmeccanici. Cattolico militante, 1979 divenne segretario generale della Cisl che guidò fino al 1985. In quegli anni (1984) fu tra io più accaniti sostenitori dell'”accordo di San Valentino”, stretto dal leader del Psi Bettino Craxi, sulla scala mobile, in pieno dissenso con la Cgil. Questa decisione, maturata durante le lunghe discussioni avute con Ezio Tarantelli – economista ucciso dalle Brigate Rosse nel 1985 -, creo una profonda rottura tra le organizzazioni sindacali, che sfociò nel referendum abrogativo del 1985, promosso dal Partito comunista italiano e sostenuto dalla Cgil. Nello stesso anno Carniti lasciò la Cisl dopo il vittorioso referendum sulla scala mobile che confermò il decreto frutto dell’accordo di San Valentino.

Lasciato il sindacato, Carniti fu per due volte eurodeputato nelle file prima del Psi e poi dei Democratici di Sinistra. È stato tra i fondatori del Movimento dei cristiano sociali. Tra il 1993 e il 1994 fu anche senatore per i socialisti. Era nipote della poetessa Ada Merini. Nel 1985 Marco Pannella lo propone al Psi come presidente della Repubblica, ma Carniti non ha l’eta’ minima di 50 anni per essere eletto: il leader radicale lo candida allora come presidente della Rai.

Il ricordo commosso della politica e del mondo dei sindacati

La notizia della morte dell’ex sindacalista è arrivata questo pomeriggio mentre era in corso la votazione in Senato della fiducia per il governo Conte. L’aula del Senato ha osservato un minuto di silenzio per commemorarlo.

Non hanno poi tardato ad arrivare le manifestazioni di cordoglio e affetto degli ex colleghi politici e sindacalisti.  “Ci ha lasciati Pierre Carniti. E’ un momento di dolore e di grave lutto per la Cisl e per tutto il movimento sindacale italiano. Pierre è stato per i lavoratori italiani e per tutti noi un punto di riferimento costante ed una guida morale e politica. E’ stato un sindacalista che ha segnato con la sua azione sindacale davvero un’ epoca. Lascia un vuoto enorme nella società italiana. Non lo dimenticheremo mai”.

“L’intelligenza di Pierre Carniti ci manchera’ molto. Un sindacalista capace di guardare lontano e anticipare il futuro”. Lo scrive su twitter l’europarlamentare ed ex segretario generale della Cgil Sergio Cofferati.

Anche il neo ministro dello Sviluppo economico, del lavoro e delle politiche sociali, Luigi Di Maio, ha dedicato un pensiero a Carniti: “Oggi è scomparso Pierre Carniti – si legge su Twitter -, segretario generale della Cisl, sindacalista tra i più importanti e apprezzati, che ha scritto pagine di storia per i diritti dei lavoratori in Italia. Mi unisco al cordoglio di familiari e amici”