ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 26 Giugno 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Cultura: Gibelli, tanti eventi attorno a Grotta S. Giovanni d’Antro

Nel 2021 il sito ha avuto 3.500 visite provenienti da 17 Paesi
Udine, 18 giu – “La Grotta di San Giovanni d’Antro è un sito di
particolare fascino che merita una visita di per se stesso, ma
grazie all’associazione Tarcetta che ha preso in mano la gestione
dal 2021 ora sarà possibile fruire anche di eventi culturali
oltre che sportivi, rendendo questa meta assolutamente
imperdibile per l’estate 2022”.
Lo ha affermato l’assessore regionale alla Cultura e Sport
Tiziana Gibelli al termine della visita alla grotta in comune di
Pulfero. Nel corso della visita Gibelli ha incontrato il
presidente dell’associazione Tarcetta Mauro Pierigh assieme
all’on. Roberto Novelli, ai sindaci di Pulfero Camillo Melissa,
di San Pietro al Natisone Mariano Zufferli e al presidente
dell’Associazione Vallimpiadi Massimo Medves.
“Ciò che rende unica la grotta – ha rimarcato Gibelli – è la
presenza al suo interno di una chiesa risalente al periodo
tardo-gotico, con caratteristiche architettoniche di grande
bellezza, di numerose tracce risalenti ad epoche antiche, alcune
delle quali secondo alcuni studiosi sono riconducibili ai
Templari, nonché di un’affascinante leggenda riguardante la
Regina Vida, leggenda conosciuta e raccontata in tutte le
famiglie delle Valli. Il tutto si unisce alla parte speleologica,
non ancora del tutto scoperta, creando così un luogo ricco di
fascino, di suggestione e di attrattiva sia per i turisti che per
le scolaresche e i gruppi”.
Gli eventi culturali sono stati finanziati grazie al bando
regionale Ripartenza cultura e sport. “Si tratta di una linea che
sta dando grande soddisfazione – ha commentato l’assessore –
perché sono stati presentati bei progetti che valorizzano il
territorio grazie a occasioni di cultura e sport, promuovendo
anche le occasioni di lavoro”.
Nel 2021, primo anno di gestione e con i limiti posti dalla
pandemia, 3.500 persone hanno visitato la grotta, provenienti da
17 Paesi.
“Estate in Antro” prevede una rassegna culturale con musica,
poesia e immagini, che si svolge all’interno della grotta, ed una
parte sportiva con prove di arrampicata all’esterno ed escursioni
a piedi e in e-bike nei dintorni.
ARC/EP/gg