Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Crisi rifiuti: verso la proroga dell’ordinanza

Crisi rifiuti: verso la proroga dell’ordinanza

Mentre non si sa dove mettere i rifiuti a Roma, si decide per la proroga.

Dal momento che la situazione rifiuti a Roma è bloccata, Zingaretti sta pensando di concedere una proroga a Virginia Raggi. In seguito al tavolo tecnico chiesto con forza dalla prima cittadina, a cui erano presenti Roma Capitale, prefettura e Regione Lazio, la sindaca sembrerebbe averla avuta vinta.

Da parte di Zingaretti ci sarebbe la volontà di concedere una proroga regionale. Ancora da capire i termini nel dettaglio. Probabilmente sarà fino al 31 dicembre.

Nel frattempo, sarà necessario capire dove smaltire 20mila tonnellate di rifiuti. Inizialmente si pensava nella Marche, ma il governatore Ceriscioli ha detto: “Non ce la facciamo”.

Adesso il nuovo obbiettivo è diventato l’Abruzzo. Questa volta è sceso in campo proprio il ministro dell’ambiente per chiedere disponibilità alla regione.

La situazione di emergenza che si è venuta a creare nella Capitale è legata al trattamento e allo smaltimento dei rifiuti. In particolare, al fatto che il Tmb Salario non riesca a trattare tutte le tonnellate di rifiuti che si producono a Roma. Un’altra città a cui era stato chiesto aiuto è stata Aprilia.

Ma dalla città pontina è arrivato un altro no. I termovalorizzatori Acea non sarebbero in grado di smaltire ulteriori quantità di rifiuti.