Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Crisi di governo, Nord-Est: “Fate presto”

Crisi di governo, Nord-Est: “Fate presto”

Mentre nei palazzi si cerca di venire a capo della crisi, il Nord-Est chiede risposte tempestive.

Massimo Zanon, presidente di Confcommercio Veneto, ha commentato il dibattito in Senato dicendo:” Ho visto il dibattito in Senato ma dov’è la novità? Viviamo nell’incertezza da 25 anni”

Adesso che la situazione politica è così incerta, la questione dell’autonomia differenziata è ancora più in pericolo.

“Fino ad ora abbiamo vissuto di proclami e liti. Chi ora si assumerà la responsabilità di governare questo paese dovrebbe farlo meritando il consenso con i risultati”. Anche il presidente di Confindustria Venezia e Rovigo Vincenzo Marinese è intervenuto nel dibattito: “Non credo a un accordo Pd-5s così come ero scettico su Lega-5s. Serve una nuova maggioranza che prenda accordi chiari già in campagna elettorale, inclusa una nuova legge elettorale”.

Interviene Matteo Renzi osservando parlando dell’aumento dell’Iva: “La produzione tedesca che crolla, come dice la Bundesbank, non mi rallegra affatto come capita ad altri perché significa che nel vostro, nel nostro Nordest nei prossimi mesi saranno guai per tutti”.

Tra i pochi senatori della Lega che hanno rilasciato dichiarazione, Sara Fragolent ha dichiarato al Corriere che: “Da veneta, ora lo posso dire, sull’autonomia abbiamo sempre trovato una serranda abbassata”.

Zanon commenta: “Il Paese è ostaggio di personalismi ma a noi servono scelte strategiche. Andare alle urne? Ne uscirà una maggioranza solida? L’anno scorso non è andata così. Intanto il debito pubblico è esploso. A casa mia si stringe la cinghia quando si spende più di quanto si guadagna ma qui non va mai così…”.