Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Coronavirus, Stati Uniti terzo paese per numero di contagi

Coronavirus, Stati Uniti terzo paese per numero di contagi

image_pdfimage_print

Sono 303.001 i casi di contagio da coronavirus nel mondo, le vittime sono quasi 13 mila (12.950). Sono gli ultimi dati pubblicati dalla Johns Hopkins University. Le persone guarite sono oltre 91 mila.

Con oltre 25mila casi positivi di coronavirus (25.493) gli Stati Uniti diventano il terzo Paese per numero di contagiati, dopo Cina e Italia. Nel giro di 24 ore sono stati registrati circa 8.000 nuovi casi. Il numero di morti e’ di 307. Mike Pence e sua moglie Karen, rende noto una portavoce del vicepresidente, che guida anche la task force Usa contro il Covid-19, sono risultati negativi al test del coronavirus.

Il coronavirus colpisce anche a Guam: le autorità locali del territorio Usa hanno confermato il primo morto. Lo riferisce la Cnn. Si tratta di un uomo di 68 anni con patologie preesistenti. Non aveva viaggiato di recente ma dalle prime indicazioni risulta che potrebbe aver contratto il virus da qualcuno reduce invece da viaggi. Al momento a Guam si contano 14 casi confermati. 

La minaccia del coronavirus è arrivata adesso anche alle soglie di Gaza. Secondo quanto ha annunciato il ministero della sanità locale, due palestinesi tornati giorni fa dal Pakistan e da allora rimasti bloccati in quarantena al valico di Rafah (con l’Egitto) sono risultati positivi e adesso sono in isolamento in un vicino ospedale da campo. Altre centinaia di abitanti di Gaza sono in quarantena: in parte al valico di Rafah e in parte nelle proprie abitazioni. Le autorità hanno ordinato la chiusura immediata dei ristoranti, dei caffè e delle sale per cerimonie. Limitazioni sono state imposte alle moschee: per il momento saranno annullate le preghiere del venerdì.

Il totale degli israeliani risultati positivi al coronavirus è salito oggi a quota 945. Lo ha reso noto il ministero della Sanità. Di essi, 20 sono giudicati in condizioni gravi. Oggi le autorità hanno ristretto ulteriormente i provvedimenti relativi agli spostamenti delle persone, specialmente per quanto concerne le attività commerciali.

L’Iran ha reso noto che altre 129 persone sono morte per il coronavirus, con un bilancio totale che sale quindi a 1.685 decessi nel paese.

Secondo un conteggio della Afp, sono più di 150mila i casi di coronavirus ufficialmente diagnosticati in Europa.

Il numero dei casi di contagio da coronavirus nel Regno Unito ha superato la soglia delle 5.000 unità a quota 5.067: lo riporta l’ultimo bollettino diffuso dalla Johns Hopkins University. I bilancio dei morti è salito a quota 233 ed i guariti sono 65.

In Spagna si registrano 394 nuove morti per il coronavirus, un aumento del 30% in 24 ore.

In Francia, per rispondere allo tsunami economico e all’emergenza sanitaria causati dal coronavirus, il Parlamento francese si riunirà di nuovo oggi in numero ridotto dopo che nella notte i deputati dell’Assemblea nazionale hanno votato il progetto di legge d’emergenza per affrontare l’epidemia. Primo caso nel frattempo di un medico, impegnato in ospedale contro il coronavirus, morto dopo essere stato contagiato. Lo rende noto il ministero della Sanità.

La Tunisia registra altri 15 nuovi contagi da coronavirus che portano a 75 il totale dei casi confermati nel Paese. Lo ha annunciato la direttrice dell’Osservatorio nazionale delle malattie rare ed emergenti di Tunisi, Nissaf Ben Allaya, che ha confermato inoltre la notizia di tre decessi provocati dal virus. Dei 75 casi confermati, 54 sono ‘importati’ e 31 locali.

La Cina riporta 46 nuovi casi di coronavirus, incluso uno di contagio sul suolo nazionale dopo tre giorni consecutivi senza casi interni.

Aumento repentino dei casi di contagi di coronavirus in Giappone. Il ministro della Salute nipponico ha comunicato 40 nuovi casi, che portano il totale delle infezioni a 1.055.

Le autorità sanitarie a Hong Kong hanno confermato 44 nuovi casi di coronavirus, per un totale di 317, con una nuova impennata in un solo giorno dopo i 48 casi registrati lo scorso venerdì. Lo riferisce la Cnn.

La Thailandia ha registrato 188 nuovi casi di contagio da coronavirus nelle ultime 24 ore: si tratta del più forte aumento giornaliero da quando è scoppiata la crisi, che porta il totale dei casi a quota 599. Finora nel Paese è morta una sola persona a causa del virus.

Il ministro della Sanità colombiano, Fernando Ruiz, ha annunciato il primo decesso provocato dal coronavirus nel Paese. Si tratta di un tassista 58enne residente a Cartagena che negli ultimi giorni aveva trasportato due stranieri a bordo del suo taxi, ha spiegato il ministro. L’uomo è morto il 16 marzo, ma le cause del decesso sono state accertate solo ora, ha precisato Ruiz. Intanto, il numero di casi di contagio in Colombia è salito a quota 210.

Il presidente del Salvador, Nayib Bukele, ha ordinato oggi a tutta la popolazione un periodo di isolamento obbligatorio a casa di 30 giorni per far fronte alla pandemia di coronavirus. La misura, ha detto Bukele in un messaggio tv, entrerà in vigore questa sera. Sono previste eccezioni per l’acquisto di generi alimentari e beni ritenuti essenziali. Solo una persona per famiglia potrà uscire per i necessari rifornimenti e chi non rispetterà la misura sarà arrestato.

Le forze aerospaziali russe hanno completato la formazione del contingente necessario per trasportare in Italia otto brigate mobili di medici militari, veicoli speciali per la disinfezione e altre attrezzature mediche, così come annunciato dal presidente russo Vladimir Putin al premier Giuseppe Conte. Lo riporta il ministero della Difesa russo in una nota. Si tratta di 9 velivoli da trasporto IL-76, che decolleranno a breve. I dettagli dell’operazione sono stati discussi per telefono tra il ministro della Difesa russo, Serghei Shoigu, e quello italiano, Lorenzo Guerini.