Coronavirus- sbarca su whatsapp il nuovo servizio infoline per venire incontro alle domande dei cittadini

Il Comune di Milano, primo Comune in Europa, lancia il servizio 020202 su WhatsApp, con l’obiettivo di dare a tutti i cittadini informazioni accurate, affidabili e aggiornate sulla città. Il servizio è attivo da giovedì 21 maggio. Si tratta di un servizio “chatbot” automatizzato che permetterà ai cittadini di ottenere, 24 ore su 24, risposte alle domande più frequenti sull’emergenza Coronavirus, notizie aggiornate su Milano e informazioni accurate sulle attività commerciali aperte, i servizi pubblici disponibili, gli spostamenti consentiti e la viabilità, oltre alle esigenze di persone con disabilità. Saranno, inoltre, disponibili informazioni sanitarie e su decreti, ordinanze e circolari.

Per utilizzarlo sarà sufficiente salvare il numero 020202 tra i propri contatti e scrivere la parola “Ciao” in un messaggio. L’assistente virtuale si attiverà indicando una serie di opzioni tra cui scegliere per ottenere una risposta immediata: servizi di supporto alla cittadinanza, ripresa della attività economiche, servizi pubblici e luoghi di culto, spostamenti consentiti, viabilità e parcheggi, persone con disabilità, aiutare la città di Milano, informazioni sanitarie, decreti ordinanze e circolari. Sarà sufficiente rispondere all’elenco con la lettera che indica il servizio desiderato per conoscere, ad esempio, le sedi anagrafiche operative, i servizi di “Milano Aiuta”, consultare le Faq del Governo relative alla Fase 2 o le ordinanze del sindaco di Milano, scoprire le iniziative di volontariato e raccolta fondi.

Simboli della Lombardia - Wikipedia

«Grazie alla collaborazione con Facebook presentiamo ai cittadini l’assistente virtuale del Comune di Milano», dichiara l’assessora alla trasformazione digitale Roberta Cocco: «Un sistema semplice e intuitivo per fornire ai cittadini tutte le informazioni utili in un momento così delicato direttamente sul loro smartphone. È un modello già utilizzato dall’Oms e dalla Gran Bretagna per rispondere alle domande più frequenti legate al Coronavirus e Milano è la prima città d’Europa a sperimentare questa interazione. I contenuti sono stati selezionati in base alle informazioni più richieste al nostro infoline 020202 e saranno costantemente aggiornati per offrire informazioni puntuali sui servizi e le attività della città. I cittadini potranno anche proporre idee e suggerimenti o darci il loro parere attraverso il breve questionario disponibile dopo l’utilizzo».

«In momenti difficili come questi, le persone usano WhatsApp più che mai per connettersi, sostenere i propri cari e le loro comunità e condividere informazioni», commenta Luca Colombo, country director di Facebook Italia: «Siamo quindi felici di poter fornire al Comune di Milano uno strumento di comunicazione utile ed efficace per rispondere alle domande dei cittadini, con informazioni attendibili, tempestive e costantemente aggiornate che permettano alle persone di vivere la città in modo consapevole e sicuro».