Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Coronavirus in provincia di Latina, salgono a 38 i positivi

Coronavirus in provincia di Latina, salgono a 38 i positivi

Latina e provincia – Dopo una domenica “quasi tranquilla”, nel senso che si erano registrati nuovi casi di Coronavirus in provincia di Latina, ieri è ripartito il conteggio dei positivi, che, come accertato dalla Asl di Latina è salito a 38.

Due dei nuovi casi acclarati si sono registrati nel Comune di Cori, che si aggiungono a quello già accertato in precedenza, arrivando, quindi, a quota tre. Sulla vicenda, intanto, è intervenuto il sindaco di Cori, Mauro De Lillis, che ha fatto sapere: “I due nuovi casi si trovano a casa in isolamento e stanno bene. Nessun sintomo.
Ho incontrato tutti i medici di base di Cori e Giulianello , la Asl ed ho nuovamente convocato il Coc per individuare tutte le misure da adottare con il fine di contenere e ridurre la diffusione del Codiv -19 alla luce dei nuovi contagi.
I medici di base e la Asl sono al lavoro per attuare tutte le procedure di isolamento che il caso necessità e tutelare la salute di tutti noi.”

La situazione in provincia di Latina

Nel frattempo, la Asl di Latina, per evitare il più possibile il generarsi di panico e fake news, ha deciso di rappresentare in via ufficiale la situazione generale in cui versa la provincia pontina.

L’azienda sanitaria ha quindi specificato che i casi attualmente positivi sono 38, 23 dei quali gestiti in regime ospedaliero, 3 negativizzati (ovvero risultati positivi al primo tampone, ma negativi poi al terzo) e, infine, 2 sono i decessi.

“Sulla base dei numeri appena evidenziati – rende noto la Asl -, i pazienti attualmente in carico sono 33. 10 pazienti positivi sono gestiti in isolamento domiciliare. 9 dei pazienti ricoverati sono collocati presso lo Spallanzani di Roma, 2 presso la Terapia Intensive del Goretti mentre in 12 sono presso l’unità di Malattie Infettive del Goretti o la Medicina d’Urgenza del Dono Svizzero di Formia.”

Poi, l’azienda sanitaria ricorda che, al fine di non determinare allarme tra la popolazione si chiede di far esclusivamente riferimento a fonti ufficiali quali la Regione Lazio, il Seresmi, lo Spallanzani, e la Direzione Generale dell’Azienda ASL. Si raccomanda, infine, di recarsi in Pronto Soccorso solo se necessario e di far riferimento al numero verde 800 118 800, al 1500, al fine di gestire al meglio l’emergenza mantenendo gli standard di cura della sanità regionale.