Sei in: Home > Edizioni Locali > Bari > Coronavirus-Castellaneta: “Medico non informa di avere la febbre e contagia 7 colleghi”

Coronavirus-Castellaneta: “Medico non informa di avere la febbre e contagia 7 colleghi”

image_pdfimage_print

Sette casi positivi, di cui tre primari e quattro infermieri, quasi nessuno con sintomi se non lievi. Altri tre casi dubbi e 54 tamponi che riguardano di fatto l’intero personale della struttura. Nell’ospedale San Pio di Castellaneta è scoppiato una sorta di focolaio Covid-19. Ma l’aspetto ancor più grave è che a causarlo sarebbe stato un medico della stessa struttura. Sarebbe stato a Milano nella prima settimana di marzo e, dopo aver avvertito sintomi la scorsa settimana, non avrebbe rispettato i protocolli dettati dalle autorità sanitarie nazionali per l’emergenza coronavirus. A lanciare l’allarme è stato il sindaco della cittadina, nonché presidente della Provincia di Taranto, Giovanni Gugliotti.

Quello che è accaduto – sottolinea il primo cittadino – è gravissimo, inaudito, inconcepibile. Un medico, che lavora in ospedale, è andato lì, in nosocomio, e invece di passare dal pre-triage come prevedono la procedura e i protocolli, è andato regolarmente al pronto soccorso, come se nulla fosse, e da lì è andato poi nei reparti. Si è permesso il lusso di girare vari reparti e ora abbiamo medici, caposala e impiegati della direzione sanitaria positivi“.

Secondo una ricostruzione avrebbe proseguito la sua attività le settimane scorse incontrando il personale medico e amministrativo del nosocomio. Si sarebbe anche sottoposto lui stesso a degli esami clinici. Ma dopo aver avvertito i sintomi si sarebbe rivolto al suo stesso ospedale senza passare dal pre-triage allestito con una tenda all’esterno della struttura.