Sei in: Home / Articoli / Contraffazione, sequestrati all’aeroporto di Bologna 800 prodotti falsi

Contraffazione, sequestrati all’aeroporto di Bologna 800 prodotti falsi

Il mercato del falso costa alle imprese italiane circa 35 miliardi di euro mentre allo Stato 5,7 miliardi di euro

BOLOGNA – Ottocento prodotti contraffatti, tra cui capi d’abbigliamento e accessori delle più note marche di moda più venduti in Italia e all’estero. È il “bottino” sequestrato questa sera dalla Guardia di Finanza e dei funzionari della dogana dell’aeroporto Marconi di Bologna.

La merce, rinvenuta durante i controlli aeroportuali, era nascosta nei bagagli di alcuni passeggeri provenienti dal Senegal, dalla Turchia e dalla Costa D’avorio, tutti deferiti alla Procura del capoluogo emiliano. I numerosi pezzi sequestrati avrebbero alimentato il mercato del falso, in violazione della normativa a tutela del diritto di proprietà intellettuale e delle norme in materia di origine e provenienza dei prodotti.

La contraffazione in numeri

Mercato del falso che alle imprese italiane costa circa 35 miliardi di euro. Secondo gli ultimi dati diffusi da Indicam, un ottavo di quanto si ricava in Europa da questo commercio illegale proviene dal nostro Paese, oltre 10 miliardi di euro. Senza trascurare il fatto che la contraffazione procura un danno all’erario pari a 5,7 miliardi di euro di gettito, comportando una perdita di posti di lavoro pari alle 87 mila unità. I prodotti più falsificati? Dispositivi informatici, pelletteria e borse, giocattoli e abbigliamento.

Check Also

Si sporgono dall’auto per scippare una borsa, la vittima si frattura il bacino

Pochi giorni fa una donna di 62 anni è stata vittima di uno scippo effettuato …