Sei in: Home > Edizioni Locali > Palermo > Catania, scossa di magnitudo 4.8. Molti i feriti ma in maniera non grave.

Catania, scossa di magnitudo 4.8. Molti i feriti ma in maniera non grave.

La scossa di terremoto di magnitudo 4.8 sull’Etna, è arrivata nella notte ed oltre ai danni strutturali, ci sono anche feriti lievi.

Due riunioni si sono tenute nella notte in seguito alla scossa di terremoto di magnitudo 4.8 che ha colpito il Nord di Catania. Il Prefetto di Catania, Claudio Sammaritano, ha infatti convocato il Centro Coordinamento Soccorsi che si è riunito sia alle 4.30, sia alle 6.00.

Dalle due assemblee è emerso il numero di dieci persone rimaste ferite, fortunatamente in maniera non grave, ma nel corso della giornata il numero è salito.

Pennini: crolli nella chiesa del Paese

Zafferana Etnea: anziani abbandonano la casa di riposo e si rifiutano di rientrarvi poiché la struttura presenta delle lesioni.

Antiche costruzioni crollate a Fleri, Santa Venerina e Zafferana Etnea. Chiuso un tratto dell’autostrada Catania-Messina (A18), per lesioni sull’asfalto createsi dopo il terremoto. Traffico tra i caselli di Arcireale e Giarre. Dopo attente verifiche e sopralluoghi, si deciderà se riaprire il tratto autostradale.

L’aeroporto di Catania non ha subito ripercussioni ed è pienamente operativo.

Una famiglia di quattro persone così ricostruisce l’accaduto: “Siamo vivi per miracolo”. “Eravamo a letto – ricostruisce il capo famiglia -, ci siamo svegliati di soprassalto e visto le pareti crollarci addosso. Per fortuna i mobili ci hanno protetti dalle macerie”.

Aperte palestre e scuole, su disposizione del prefetto Sammartano, per accogliere tutte le persone che non possono rientrare nella propria casa perché inagibile o per paura.

Il sisma ha avuto ipocentro vicino ai comuni di Viagrande e Trecastagni.

Nelle ultime ore l’Etna ha fatto registrare un’ulteriore impennata dei valori dei tremori dei suoi condotti magmatici interni, segnale della presenza di grande ‘energia’ e di magma in movimento che spinge sulle pareti dell’edificio vulcanico.

L’allerta resta ferma sul giallo, ovvero il livello più basso.

Lascia un commento