Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Caso Franceschi: la madre denuncia l’ospedale

Caso Franceschi: la madre denuncia l’ospedale

Nove anni dopo la morte del figlio, la madre ha deciso di denunciare l’ospedale Pasteur di Nizza.

Nove anni dopo la morte del figlio Daniele Franceschi, deceduto a 36 anni il 25 agosto 2010 in circostanze ritenute mai abbastanza chiarite nel carcere di Grasse, in Francia, la madre Cira Antignano, che continua l’estenuante battaglia per ottenere la restituzione degli organi, ha deciso di denunciare i vertici dell’ospedale ‘Pasteur’ di Nizza.

Un aspetto chiave del caso riguarda la salma. Il corpo di Franceschi venne rimpatriata senza organi. Per questo motivo, è stato impossibile eseguire in Italia una seconda autopsia.

La donna ha conferito l’incarico allo storico legale della vicenda, l’avvocato Aldo Lasagna, perché nei prossimi giorni inoltri un esposto alla magistratura francese, ipotizzando il reato di sottrazione e manipolazione di organi.

L’iniziativa della famiglia, oltre che mossa dalla lunga attesa per ottenere chiarezza su questo aspetto della vicenda, prende impulso anche da una lettera inviata nel marzo scorso da un sedicente compagno di cella, a firma Sadiq Prison, che ipotizzava che fosse avvenuto qualcosa di molto grave al 36enne viareggino.