ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
giovedì 30 Giugno 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Bricoman: avanti gli uomini, le donne possono aspettare

Genova – Da “Bricoman” si servono prima di tutto gli uomini perchè le donne possono aspettare .. .

Sembrerebbe proprio questa la condotta di alcuni dipendenti uomini  che rispetta e rispecchia alla lettera il nome del brand aziendale.

Brico SOLO per man.

Al riguardo raccontiamo l’episiodo accaduto oggi nel punto vendita genovese, dove per quasi un’ora una signora ha atteso sotto il sole che le venisse consegnata una porta finestra ordinata da tempo.

Dopo ripetuti tentativi di richiesta di ascolto, al fine di ottenere che l’oggetto in questione, già pagato e fatturato, varcasse la soglia del magazzino, la cliente veniva invitata  a rimanere calma e a continuare ad aspettare  il proprio turno.

In realtà, il turno della signora, come potrebbero testimoniare le telecamere di sorveglianza, era arrivato già da tempo: infatti,  almeno otto – dieci  veicoli con i rispettvi conducenti clienti, erano stati  prontamente serviti ed aiutati nella consegna del materiale.

E la signora continuava ad aspettare.

Dopo alcune telefonate all’ufficio assistenza, finalmente, il personale evidentemente informato dell’attesa,  si occupava della merce della cliente che, dopo una manciata di minuti, vedeva apparire come per incanto, su un bancale, la merce ordinata.

A questo punto quando la signora chiedeva al personale un aiuto per caricare la porta finestra sul suo veicolo, magari valutando  l’effettivo ingombro, uno dei dipendenti,  evidentemente irritato dal richiamo dei colleghi dell’ufficio contattato dalla cliente, rispondeva,  e qui riportiamo  pedisequamente la frase “Spiacente signora io ho l’ernia e non posso fare sforzi”.

Peccato che il suddetto dipendente, fortemente ironico,  stesse spostanto e maneggiando con estrema facilità, numerosi scatoloni di pastrelle e sanitari per la consegna a clienti “maschi”.

A questo punto ci chiediamo se altre donne, in occasione del ritiro  di merce,  hanno registrato lo stesso trattamento, oppure se si è trattato di un episodio isolato, dovuto al nervosismo e allo stress del caldo, anche se sarebbe opportuno che un dipendente non idoneo ad effettuare il proprio turno di lavoro,  perchè affetto da “ernia”  rimanesse a casa per riposo e cure.