Sei in: Home > Edizioni Locali > Bologna > Bologna- la didattica scolastica a distanza sarà ricoperta per il 75% ed il restante in classe

Bologna- la didattica scolastica a distanza sarà ricoperta per il 75% ed il restante in classe

Uno spiraglio di normalità almeno per il 25% degli studenti delle superiori. E’ questa la decisione della Regione Emilia-Romagna che conferma la didattica a distanza per il 75% dei ragazzi (“Io ne avrei fatti anche un po’ meno ma il Governo ha deciso”, puntualizza Bonaccini al Tg3 palando del Dpcm Conte) e mantiene il 25% in presenza, in classe, a differenza di altre Regioni che hanno preferito il 100% da casa. Questo, però, dove il numero die contagi è ancora sotto controllo: sono molte le classi, le sezioni e anche le intere scuole chiuse per covid in regione (come è avvenuto al liceo classico di Rimini)

L’ordinanza entra in vigore martedì 27 e gli istituti hanno due giorni di tempo per adeguarsi: al massimo da giovedì 29, quindi, moltissimi studenti delle superiori resteranno a casa. Come verrà applicata, è a discrezione dei vari istituti. Ma l’ordinanza precisa che “andrà garantito il diritto alla didattica in presenza agli alunni con disabilità. Oltre a raccomandare l’applicazione dell’attività didattica in presenza prioritariamente nelle classi prime e quinte, rispettivamente alle prese col primo anno e con l’anno dell’esame di Maturità”.