Breaking News Streaming
Sei in: Home > Articoli > Bari, abusa per anni delle figlie minori della compagna: arrestato

Bari, abusa per anni delle figlie minori della compagna: arrestato

La madre ha scoperto gli abusi solo grazie al disagio esternato dalla figlia più grande dopo anni

BARI – La polizia di Bari ha messo fine ad un incubo durato anni arrestando un imprenditore barese di 50 anni, accusato di aver abusato delle due figlie minori della sua compagna. Secondo quanto accertato dagli investigatori, l’uomo abusava della ragazzina più piccola di notte, mentre dormiva nella sua stanza. Anche la figlia più grande ha raccontato degli abusi subiti dall’uomo. L’arrestato ora dovrà rispondere di violenza sessuale e corruzione di minorenne continuata e aggravata.

La ricostruzione degli abusi

Stando alle prime ricostruzioni, la mamma delle due ragazzine si era insospettita per alcuni comportamenti insoliti della più grande delle sue figlie, che improvvisamente, dall’essere espansiva e solare, era diventata scostante, litigiosa, e aveva cominciato ad avere disturbi alimentari.

La giovane, dopo un confronto con la donna e il padre naturale, ha confessato di essere stata vittima per quattro anni, insieme alla sorella, delle fantasie perverse del compagno della donna. Dai racconti della figlia più grande è emerso anche che le moleste sessuali dell’uomo diventavano sempre più esplicite con la crescita delle minori.

Nonostante la relazione tra la donna è l’imprenditore pedofilo si fosse interrotta due anni fa, i due continuavano a vedersi sul lavoro, perché soci in affari. Sarebbe stato proprio il prolungarsi di questa frequentazione a fomentare il disagio della figlia che ha poi insospettito la donna.

I due genitori hanno così denunciato l’episodio alla polizia. Da qui è scattato l’intervento del pool fasce deboli della Procura di Bari che ha indagato per un mese accertando la dinamica dei fatti, e ha disposto l’ascolto protetto delle piccole vittime delle violenze, alla presenza di uno psicologo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *