Streaming
Sei in: Home > Articoli > Arte e Cultura > Cultura > Bandiera a mezz’asta e un “posto occupato”, Milano celebra la giornata contro la violenza sulle donne

Bandiera a mezz’asta e un “posto occupato”, Milano celebra la giornata contro la violenza sulle donne

Domenica 25 novembre è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, a Milano si celebra con segni di lutto e un “posto occupato”.

Il 25 novembre è un giorno per condannare e ricordare le vittime della violenza contro le donne. Nel 1999 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha istituito la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne proprio in questa data. Dal 2005 in Italia si tengono tutti gli anni manifestazioni e gesti simbolici per sensibilizzare la popolazione su questo tema delicato e tuttora attuale. Quest’anno a Milano Palazzo Marino ha previsto due iniziative per celebrare questa data. La prima sarà la bandiera civica a mezz’asta a Palazzo Marino, la seconda sarà un “posto occupato” nei teatri della città.

“Listare la bandiera civica a mezz’asta è un segno di lutto”, chiarisce Daria Colombo, delegata del sindaco di Milano Giuseppe Sala per le Pari opportunità di genere. “E per la prima volta sarà fatto in occasione del 25 novembre per dire basta alla violenza contro le donne”. Il “posto occupato”, invece, sarà un gesto di forte valenza simbolica e impatto emotivo, dedicato a tutte le donne che hanno perso la vita a causa di atti di violenza. Quelle donne, se fossero ancora vive, oggi occuperebbero un posto a teatro. Posto che, in occasione del 25 novembre, sarà lasciato vuoto. Molti teatri milanesi convenzionati con l’amministrazione comunale, infatti, lasceranno vuoto un posto in sala in onore e in ricordo della donna che avrebbe potuto occuparlo, se non fosse stata una vittima di violenza.