Streaming
Sei in: Home > Edizione Nazionale > Attentato a Strasburgo: sparatoria al Mercatino di Natale. Diversi morti e feriti

Attentato a Strasburgo: sparatoria al Mercatino di Natale. Diversi morti e feriti

Attentatore in fuga. Polizia invita cittadini a non uscire di casa

 

Sparatoria nel mercatino di Natale di Strasburgo, in rue des Grandes Arcades, nel centro della città francese intorno alle 20:00 di questa sera. Il bilancio dei morti e dei feriti è ancora incerto, sembrerebbe una sola vittima e 10 feriti. La Prefettura della Regione Grand-Est e del Basso Reno conferma che “è in corso un’operazione” e chiede ai cittadini di “seguire le istruzioni che saranno diffuse”. Secondo il sindaco della città, Roland Ries, ad aprire il fuoco è stato un uomo con un’arma automatica, che è già stato identificato ma sarebbe ancora in fuga.

L’eurodeputato del Movimento cinque stelle, Dario Tamburrano, ha twittato di “spari sulla folla ai mercatini”, parlando di “attentato terroristico”. Mentre il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ha confermato ai microfoni di Sky: “Ci sono stati tre attacchi concentrici in centro, pare che i morti siano quattro”, e ancora “Si tratta di un commando composto da più persone. Ora l’azione terroristica è finita, i terroristi sono in fuga, si dice verso l’autostrada, tra i feriti forse c’è un poliziotto e forse un terrorista. Gli attentati sono avvenuti a circa tre chilometri dal Parlamento europeo, che adesso è chiuso: nessuno può entrare e nessuno può uscire”.

La sede del Parlamento Europeo è stata isolata e sbarrata dalla Polizia. “Ho visto due donne a terra. Ora sono riparato con altre persone in un cortile. Ci hanno fatto entrare perché la polizia bloccava ogni spostamento sia a piedi che in auto”, scrive sul social Marco Affronte, eurodeputato dei Verdi.

Attorno alle 21.30 altri spari sono stati uditi a Neudorf, fuori Strasburgo: sarebbe in corso un’operazione di polizia. Posti di blocco sono stati istituiti agli svincoli dell’autostrada e sono stati rafforzati i controlli con il vicino confine con la Germania.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *