Streaming
Sei in: Home > Articoli > Arte e Cultura > Arte e musica per il barocco italiano a Tbilisi

Arte e musica per il barocco italiano a Tbilisi

Un altro incontro con l’arte barocca a Tbilisi: dopo la mostra “La Scuola di Bernini e il Barocco romano” aperta fino al 25 novembre, la capitale georgiana è in attesa di un nuovo appuntamento con l’Epoca barocca: giunto alla quarta edizione, torna il Festival di musica barocca di Tbilisi, primo festival musicale di Barocco nel Caucaso che ogni anno ospita solisti e ensemble di fama internazionale e offre al pubblico la bellezza senza tempo della musica barocca.
È ormai diventata una tradizione la partecipazione italiana a questo evento molto atteso ed apprezzato.
Oltre all’esibizione al concerto di apertura del Festival, di sabato 9 novembre, del tiorbista Francesco Olivero, vincitore di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, si terranno altri due concerti organizzati con il sostegno della Ambasciata italiana  (il 22 e il 25 novembre): sarà l’ensemble Zefiro, presente sempre nei principali festival europei di musica come quelli di Amsterdam, Barcellona, Helsinki, Londra, Parigi, Vienna ed altri, dopo vari tournée in tutto il mondo, ad esibirsi a Tbilisi, nella Sala piccola del Teatro Accademico di Dramma Shota Rustaveli.

L’ensemble, fondata nel 1989 dagli oboisti Alfredo Bernardini e Paolo Grazzi e dal fagottista Alberto Grazzi, musicisti considerati tra i più validi esecutori nell’ambito della musica antica, propone il programma dei gioielli musicali interpretati con strumenti a fiato dell’epoca barocca.