Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Arrestato trafficante di droga in zona Lorenteggio, sequestrati 51 kg di hashish

Arrestato trafficante di droga in zona Lorenteggio, sequestrati 51 kg di hashish

La sostanza era nascosta in intercapedini e spazi nascosti dell’auto, e gli inquirenti sospettano che venisse dalla Francia.

Nei giorni scorsi la Polizia di Stato ha arrestato un cittadino marocchino di 54 anni per traffico di sostanza stupefacente e sequestrato a suo carico 51 kg di hashish.

Gli agenti della Squadra Investigativa del Commissariato Lorenteggio della Questura di Milano la mattina del 22 febbraio hanno effettuato un servizio mirato a contrastare lo spaccio di droga nella zona di competenza con la collaborazione di equipaggi predisposti per il servizio del controllo del territorio.

In particolare, i poliziotti si sono insospettiti della presenza di un’auto berlina con targa francese che si stava dirigendo in direzione della tangenziale, pertanto hanno deciso di procedere ad un controllo in prossimità del confine tra Milano e il comune di Settimo Milanese.

Il conducente, privo di precedenti penali, risultava domiciliato a Torino, mentre l’auto risultava essere intestata ad un cittadino transalpino; gli agenti hanno deciso di approfondire il controllo dell’auto presso il Commissariato. I poliziotti si sono accorti che il paraurti riportava una conformazione diversa rispetto al modello originale dell’auto, notando successivamente la presenza di un vano in metallo all’interno del quali hanno rinvenuto 31 confezioni di hashish.

A seguito del controllo sono state scoperte altre due intercapedini presenti all’interno di due passaruote dalle quali sono stati rinvenuti ulteriori 21 confezioni contenenti la medesima sostanza stupefacente. All’interno dell’auto i poliziotti hanno rinvenuto delle bottiglie di acqua e delle scatole di biscotti, tutte di marca francese, tali da far desumere che l’uomo fosse partito in giornata dalla Francia per poi farvi ritorno. La droga nascosta nelle intercapedini era avvolta con del cellophane e nastro adesivo vicino a della polvere al mentolo per evitare, con molta probabilità, i controlli dei cani antidroga.