Breaking News Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Alloggi Ater: la coppia li passa ai figli

Alloggi Ater: la coppia li passa ai figli

La coppia, dopo la separazione, aveva ricevuto due alloggi distinti che sono stati passati ai due figli come se fossero appartamenti di proprietà.

Il sindaco Virginia Raggi ha detto di voler mettere la parola fine allo scrocco degli alloggi Ater da parte di chi non li merita. Roma è piena di casi che vale la pena ricordare.

Uno di questi è quello di Stefano D. e sua moglie Simonetta. A., direttore d’ufficio in Soprintendenza. Nel 1989, Stefano è andato ad abitare nell’appartamento assegnato al padre in via Giotto 5.

Nel 2005, sposta la residenza a Laurentina. Adesso nell’appartamento di tre stanze, bagno e cucina abita il figlio Riccardo. Il tutto pagando un affitto ridicolo: 90 euro al mese.

Stessa storia per il fratello di Riccardo, Saverio. Il ragazzo ha preso l’appartamneto in cui viveva la madre separata che, casualemnte, si è poi ricongiunta con il consorte.

In tutto ciò, il comune aveva accettato entrambe le richieste. Adesso però Ater ha stanato i furbetti. Andrea Napoletano, direttore generale Ater ha dichiarato che: “Stiamo avviando il percorso per la revoca o l’annullamento del procedimento comunale.”

Yuri Trombetti del Partito Democratico dice che è necessario: “Occorre concludere un censimento e restituire gli alloggi a chi ne ha bisogno”.