Sei in: Home > Edizioni Locali > Ancona > Ai domiciliari per estorsione, evade e finisce in carcere

Ai domiciliari per estorsione, evade e finisce in carcere

 

– Arrestato e posto ai domiciliari per estorsione, è evaso lo stesso giorno ma è stato rintracciato dai carabinieri di Loreto e portato nel carcere di Montacuto.
Protagonista un 36enne di origini siciliane: il 3 agosto si era presentato con un bastone e una catena avvolta intorno al braccio presso un’azienda di materiali edili, chiedendo in modo arrogante e prevaricatore ad un dipendente la consegna immediata di materiale (rete metallica, paletti di sostegno e vari accessori).

Al momento di pagare il conto, che ammontava a 500 euro, l’uomo ne aveva consegnati solo 100, minacciando di morte il consegnatario, che intimorito si era allontanato a bordo del mezzo aziendale. Il 36enne, arrestato il 31 agosto in località Grotte tra Loreto e Porto Recanati e posto ai domiciliari, è evaso nello stesso pomeriggio, motivo per il quale è stato richiesto e ottenuto dal gip l’aggravamento della misura. Il 36enne è stato rintracciato il primo settembre presso un’abitazione di Porto Potenza Picena (Macerata), tratto nuovamente in arresto e rinchiuso nella Casa Circondariale di Ancona Montacuto.