ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 3 Luglio 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

AFAM: contributo a favore dei Conservatori di musica di Cagliari e Sassari e all’Accademia di Belle arti di Sassari

Cagliari, 26 marzo 2022 – Approvato dalla Giunta Regionale un contributo per promuove e sostenere il funzionamento dei Conservatori di Musica di Cagliari e di Sassari e l’Accademia di Belle Arti “Mario Sironi”.

“La Giunta Solinas ricorda l’assessore Biancareddu, riconosce il ruolo di sedi primarie di alta formazione, di specializzazione, produzione e di ricerca nel settore artistico e musicale, come sedi dell’Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM). Istituti che rilasciano titoli equipollenti alle lauree Universitarie e appartengono al sistema della Formazione superiore a livello universitario.”

L’Accademia di Belle Arti di Sassari, prosegue l’Assessore, ha il compito di preparare all’esercizio e allo studio dell’arte, e rappresenta il più elevato livello di formazione artistica dello Stato. Sul piano dell’offerta formativa è articolata in Scuole di primo livello (triennale) e secondo livello (biennale) e di Specializzazione Post Diploma.

I Conservatori di Musica di Sassari e di Cagliari perseguono come fini primari l’elaborazione, la promozione e la diffusione della cultura, la formazione, la specializzazione, nel settore artistico e musicale e la valorizzazione dei beni etnomusicali della Sardegna mediante il libero esercizio dell’insegnamento, della ricerca, della produzione musicale. Per i due Conservatori di Musica di Cagliari e di Sassari è stato stanziato un contributo di 300 mila euro. Mentre un contributo specifico, sempre di 300 mila euro è stato destinato a favore dell’Accademia di Belle Arti di Sassari.

Come criterio di ripartizione del contributo a favore dei Conservatori di Cagliari e di Sassari il numero medio degli studenti iscritti negli ultimi tre anni accademici. Tale criterio sarà ritenuto valido fino ad un’eventuale modifica che dovrà essere approvata dalla Giunta regionale.