ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
sabato 28 Maggio 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Truffe: campagna informativa

Nei giorni scorsi a Varese una coppia di ottantenni è stata raggirata da finti addetti dell'acuqedotto che avevano dichiarato di dover effettuare dei controlli sulla rete idrica per scongiurare il pericolo di mercurio nell'acqua. Grazie infatti ad ingegnosi stratagemmi e convicendoli della possibilità che quanto custodivano di prezioso potesse andare distrutto, i due malfattori sono riusciti a convicere i coniugi a consegnargli tutti i loro averi consistenti in circa 2.000 euro contanti.
Una situazione analoga si è verifica ieri, sempre a Varese, quando una donna anziana ha denunciato un tentativo di truffa messa in atto da due giovani che, affermando prima di essere operai che dovevano regolare i termosifoni e successivamente di essere poliziotti, hanno cercato di introdursi insistentemente in casa. La donna insospettita dal comportamento dei due ha fortunatamente chiamato il 112 provocando così la fuga dei malviventi.
A Luino, nello scorso dicembre, ignara vittima di una truffa telefonica è stato un uomo anziano che ha invece denunciato di aver versato la somma complessiva di 6.500,00 euro in bonifici postali a dei truffatori che lo avevano ripetutamente chiamato al telefono presentandosi come rappresentanti di un’associazione delle forze dell’ordine.
Alla luce di tali incresciose vicende continua la massiccia campagna informativa, messa in campo dalla Polizia di Stato, per cercare di evitare le truffe, specialmente a danno degli anziani che vivono da soli.
Lo scopo è non solo quello di informare per aumentare la consapevolezza riguardo ai possibili raggiri che possono essere compiuti ai loro danni, ma anche quello di promuovere l’azione di denuncia al fine di reprimere le condotte illecite e arrestare i malfattori.
Ecco quindi il decalogo delle raccomandazioni della Polizia di Stato per evitare il verficarsi di tali spiacevoli eventi:  
1. non aprire la porta agli sconosciuti;
2. le aziende o gli enti pubblici non inviano dipendenti a richiede pagamenti a domicilio soprattutto se la visita non è annunciata da una precedente lettera formale;
3. se gli sconosciuti sono in possesso di un tesserino con foto, prima di aprire la porta chiamare sempre un vicino o un familiare per verificare l’identità del visitatore;
4. chiamare subito il presunto ente mandante;
5. nel dubbio chiamare sempre le forze dell’ordine al numero di emergenza 112NUE.
 

 

Esecuzioni Immobiliari

Visualizza tutte le vendite giudiziarie pubblicate su ogginotizie.it di:

Servizio Bancomat Internazionale

Assistenza Tecnica Installazione ATM

A Sostegno del Paese

Le Tre Storie Capitali

a cura di

Sondaggi

Opinioni

Dai un voto

Dai un'opinione

Effettua una ricerca

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Meteo

Oroscopo

Mercati Finanziari

Offerto da Investing.com

Sosteniamo...

L'angolo delle rimembranze...