ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
sabato 28 Maggio 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Mussolini liberato sul Gran Sasso dai tedeschi

Mussolini ancora vivo e mai catturato? Sembra che dicano questo, alcune fonti storiche di recente rinvenute. Sembra che dicano che Mussolini in realtà non se andò a piazzale Loreto ma qualche giorno dopo. Che sul Gran Sasso erano a prenderlo i tedeschi e non i partigiani. Vero è che, sulla piazza, c'era un soldato tedesco a visionarlo, e che gli stette accanto tutto, o quasi, il tempo della cattura. E che fu fucilato, secondo alcune testimonianze, seduta stante. Secondo queste ultime rivelazioni, a questo tavolo si sarebbero aggiunti altri tedeschi che avrebbero aiutato il Duce a fuggire. Ma che fine avrebbe fatto il Duce? Ancora vivo, come leggenda vuole sia per Adolf Hitler? Difficile visto piazzale Loreto ma non impossibile. Sicuramente questo articolo parla dei Repubblichini e della liberazione di Mussolini, portato in spalla a rivendicare la battraglia di Salò, e la fine di una guerra giudicata strana. Il Gran Sasso sarebbe stato uno dei suoi ultimi rifugi.
Nei libri di storia è scritto a chiare lettere che il 12 settembre del 1943 i tedeschi compirono una grande impresa al Gran Sasso e liberarono Mussolini Agli inizi del 2017 e a distanza di più di settant'anni: ” quanti segreti mantenuti ancora in ombra sulla complicità del governo italiano nella nascita della RSI e della Prima Repubblica Italiana !”. C'è infatti una diversa versione dei fatti “un accordo sottobanco tra il governo Italiano e i tedeschi”. L' otto settembre del 1943 l'Italia annunciò l'armistizio con le Forze Alleate. C'era però un altro tavolo, quello non ufficiale, dove il governo Badoglio continuò a collaborare con il vecchio amico tedesco. Tra ricatti, ostaggi, minacce e sotterfugi, l'illustre prigioniero Mussolini veniva così sottratto agli Alleati e consegnato ai tedeschi il 12 settembre a Campo Imperatore. La vicenda è raccontata sin dagli inizi grazie anche alla testimonianza – sconosciuta a molti – di Karl Radl, l'aiutante di colui che erroneamente è stato sempre considerato il vero artefice dell'“Operazione Quercia”: il capitano Otto Skorzeny.

Esecuzioni Immobiliari

Visualizza tutte le vendite giudiziarie pubblicate su ogginotizie.it di:

Servizio Bancomat Internazionale

Assistenza Tecnica Installazione ATM

A Sostegno del Paese

Le Tre Storie Capitali

a cura di

Sondaggi

Opinioni

Dai un voto

Dai un'opinione

Effettua una ricerca

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Meteo

Oroscopo

Mercati Finanziari

Offerto da Investing.com

Sosteniamo...

L'angolo delle rimembranze...