Sei in: Home > Edizioni Locali > 30 furti tra Trento e Bolzano: Polizia arresta la banda dei ladri con operazione “Black Point”

30 furti tra Trento e Bolzano: Polizia arresta la banda dei ladri con operazione “Black Point”

Tre albanesi ed un rumeno arrestati e quattro tuttora ricercati 

 

L’operazione “Black Point”, iniziata alle prime luci del 17 gennaio e condotta dalla Squadra mobile di Trento, ha inferto un duro colpo alla banda dei ladri da appartamento tra Trento e Bolzano. Il via all’indagine è stato dato nello scorso mese di ottobre, in seguito a numerosi furti in estate, e ha portato all’arresto di tre albanesi e un rumeno, mentre altri quattro stranieri sono ancora ricercati dalla Polizia. Tutti gli episodi presi in analisi, circa 30, hanno mostrato come i ladri operassero con lo stesso modus operandi: prima sopralluogo, poi l’intrusione notturna e la rottura degli infissi di balconi o porte finestre, con particolare abilità nel raggiungere i piani alti delle abitazioni.

La svolta nelle indagini è arrivata quando un albanese è stato bloccato in flagrante e, grazie al fermo del primo membro della banda, è stata recuperata parecchia refurtiva dei mesi precedenti. L’uomo, in quell’occasione, è stato intercettato ed arrestato mentre tentava di trasportare la merce in Albania a bordo di una autovettura, guidata da due complici. La base logistica della banda è stata individuata in un appartamento, ceduto in locazione ad una ragazza affiliata. La donna ha messo a disposizione del gruppo la casa, dove tutti gli albanesi si rifugiavano prima e dopo i furti. Nel corso delle perquisizioni gli agenti della Squadra mobile hanno sequestrato refurtiva per circa 40mila euro: i ladri privilegiavano beni di lusso come gioielli e borse costose.

Sulla base delle prove raccolte, l’Autorità Giudiziaria ha emesso 8 ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico dei partecipanti all’associazione criminale individuata. Gli arresti sono stati eseguiti con la collaborazione della Squadra Mobile di Milano e della Squadra Mobile di Bolzano, alle prime ore dell’alba del 17 gennaio 2019 a Trento e Bolzano. I membri arrestati sono stati prelevati dalle rispettive abitazioni e condotti negli istituti penitenziari di Trento, Bolzano, e Verona.

Lascia un commento