Sei in: Home > Archivio > Fiat verso fusione con Chrysler?

Fiat verso fusione con Chrysler?

L'indiscrezione di un trasferimento della casa automobilistica torinese negli Usa è stata solo velatamente smentita. A lanciare l'indiscrezione è stata Bloomberg

Torino – Per ora piovono smentite e prese di distanza rispetto all'indiscrezione filtrata nelle ultime ore. Eppure le informazioni che arrivavano nel pomeriggio non lasciavano molti dubbi. Fiat sta valutando la possibilità di trasferire il quartier generale da Torino negli Stati Uniti una volta completata la fusione con Chrysler. Lo scrive l'agenzia Bloomberg, che cita tre fonti secondo cui comunque una decisione definitiva ancora non è stata presa e altre opzioni sono attualmente al vaglio. “Questo argomento, più volte trattato nell'ultimo anno dai media di tutto il mondo, non è all'ordine del giorno come recentemente ha ricordato l'amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne”. Lo afferma un portavoce della Fiat. “Ieri l'agenzia Bloomberg – afferma il portavoce della Fiat – riferiva che secondo alcuni esperti la Fiat starebbe valutando la possibilità di trasferire la sede legale della società negli Stati Uniti. L'informazione, tutt'altro che nuova, è stata pubblicata da alcuni quotidiani italiani e ripresa dalle agenzie di stampa, e da numerosi siti internet. In realtà si tratta di una non notizia in quanto la stessa Bloomberg ha sottolineato che 'nessuna decisione e' stata presa e che altre opzioni sono in corso di esame”. Una smentita di circostanza o siamo soltanto all'inizio della grande quanto inevitabile fuga all'estero, con il chiaro intento di produrre più rispetto ad oggi.