ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
venerdì 1 Luglio 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Banche – Prelievo forzoso anche per l'Italia?

Sull'onda della feroce polemica derivata dall'operazione finanziaraia in atto a Cipro, dove una delle due principali banche è destinata alla chiusura, il presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, ha espressamente dichiarato che una misura di questo tipo è assolutamente e categoricamente esclusa in Paesi che non siano Cipro, dove l'intervento è considerato invece inevitabile.
Un'affermazione che ha generato profonde polemiche nei mercati finanziari internazionali, soprattutto in seguito alle affermazioni di Jorg Kramer, responsabile capo dell'Ufficio Economico di Commerzbank, il quale – in un'intervista al quotidiano tedesco “Handesblatt” ha suggerito di instaurare tale provvedimento anche nei confronti dell'Italia, pur con caratteristiche differenti: un prelievo forzoso del 15% sui depositi e sui titoli, con l'obiettivo di azzerare il debito pubblico. In sostanza, Kramer afferma che l'operazione sarebbe una garanzia sul prestito che l'Unione Europea concederà all'Italia. Un prelievo che, nel mese di maggio, dovrebbe essere dal 6,8% al 9,9% per fare incassare allo Stato circa 130 miliardi di euro, e che è l'esatto ammontare della cifra che il nostro Paese dovrebbe versare come quota al MES entro il mese di giugno…