Sei in: Home > Archivio > Carceri: Cresce tasso Hiv ed epatite C

Carceri: Cresce tasso Hiv ed epatite C

Roma – Tra i detenuti si registra un tasso di prevalenza per l'Hiv e l'epatite C di circa 10-20 volte superiore rispetto al resto della popolazione, ed in aumento sono anche i casi di tubercolosi (Tbc) e i disturbi mentali. I dati sono relativi al contesto europeo, ma sovrapponibili anche alla situazione italiana. È il quadro della 'salute in carcerè tracciato oggi dal direttore generale dell'Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti e il contrasto delle Malattie della Povertà (Inmp), Concetta Mirisola, in occasione della presentazione del progetto 'Salute senza barrierè presso il carcere di Regina Coeli a Roma. Altro fenomeno preoccupante, ha sottolineato Mirisola, riguarda anche la salute mentale, con disturbi psichici tra i detenuti segnalati in crescita. Registrati, ha concluso, anche vari casi di sifilide, soprattutto tra i detenuti provenienti dai paesi dell'est Europa.