Streaming
Sei in: Home > Articoli > Ambiente > 1,68 milioni all’Umbria per compensare i danni del terremoto

1,68 milioni all’Umbria per compensare i danni del terremoto

Nel giorno in cui il Viminale rimborsa 11,7 milioni di euro ai comuni terremotati, il premier Conte promette: “Possiamo fare ancora di più e lo faremo”.

All’Umbria spettano 1,68 milioni di euro per compensare le minori entrate di Imu e Tasi dovute all’esenzione concessa dallo Stato ai proprietari delle case danneggiate dal sisma. In particolare, 1,65 milioni di euro complessivi a 11 comuni in provincia di Perugia, 25 mila euro a quattro comuni della provincia di Terni. Per essere ancora più precisi, come riportato dal Viminale, a Norcia saranno recapitati 641.282 euro, a Spoleto 584.528, a Cascia 204.389, a Preci 113.764. E ancora, tra gli altri, a Sellano spettano 34.197 euro, Monteleone di Spoleto ne riceverà 30.715, a Cerreto di Spoleto 21.140, a Montefranco 15.687, a Poggiodomo, per finire, 14.187 euro.

Il tutto rientra in un progetto di rimborso dall’ammontare totale di 11,7 milioni, divisi tra Abruzzo, Lazio, Umbria e Marche. “Confermiamo la doverosa attenzione per chi ha subìto il dramma del terremoto. Dobbiamo fare sempre di più e meglio”, ha commentato il Ministro dell’Interno. Anche il Primo Ministro Giuseppe Conte fa eco, e dichiara dal ‘Forum Internazionale del Gran Sasso’ che “Nei territori che hanno subito le ferite del terremoto viaggio spesso, voglio testimoniare l’attenzione del Governo per queste zone”. “Abbiamo fatto molto, mi sono speso perché rimanessero alcune norme che avevano sollecitato una discussione a livello parlamentare. Possiamo fare ancora di più e lo faremo”, conclude il premier.