Sei in: Home > Archivio > Michelle Ferrari – Delusione la trasmissione tv “Bivio”

Michelle Ferrari – Delusione la trasmissione tv “Bivio”

Roma – Michelle Ferrari racconta la sua vita e la sua carriera. Poteva essere una puntata cult quella trasmessa in replica ieri sera a Bivio, condotta dal cantante Enrico Ruggeri ed invece, nonostante un parterre di Vip del settore, il risultato è stato “piatto” e francamente “moscio”.
La bellissima ragazza spezzina, diventata caso mediatico per la sua scelta di diventare una pornostar, ha partecipato alla trasmissione insieme alla madre con cui, per dirla in modo pudico, condivide una certa passione per il “proibito”.
Sulla carta una puntata da fuochi artificiali ed invece il pubblico si è dovuto accontentare di scene soft-porno trasmsse a metà schermo mentre i protagonisti affrontavano temi anche piuttosto lontani dall'argomento principe e simulazioni di doppiaggio di un film porno.
E dire che lei, Michell Ferrari, una carriera lanciata da una somiglianza imbarazzante con la nota showgirl di origini svizzere, Michelle Hunziker, ma sorretta da una testa pensante e una personalità davvero interessante oltre che da un corpo mozzafiato) aveva davvero di che stupire il pubblico con il racconto di una vita a metà strada tra la passione per un cinema estremo e una normalissima vita da fidanzata e da titolare di un agriturismo nell'entroterra spezzino.
Michelle ha provato a raccontare gli esordi, i turbamenti la decisione di gettarsi a capofitto in una attività che farebbe morire di crepacuore qualunque madre (scoprendo peraltro che la mamma non disdegnava certo le avventure) ma Ruggeri, con una conduzione tra il “trattenuto” e il “solleticante” ha ridotto tutta la faccenda ad un pastone senza senso.
Peccato per la bella Michelle che aveva anche iniziato ad accennare ad una serie divertente di qui pro quo nati da quando ha aperto con la madre un agriturismo dove, meno spesso di quanto si pensi ma comunque con una certa frequenza, arrivano persone convinte di trovare il “tutto compreso” nel prezzo del pranzo o della cena.