Sei in: Home > Edizioni Locali > Cagliari > 11enne segregato: coppia resta in cella

11enne segregato: coppia resta in cella

 

Restano in carcere i genitori del bambino di 11 anni tenuto segregato nella sua stanza, in una villetta di famiglia vicino ad Arzachena, in Costa Smeralda, ribattezzata “la casa degli orrori”. La gip del tribunale di Tempio Pausania, Caterina Interlandi, ha infatti convalidato per entrambi il provvedimento restrittivo con l’accusa di sequestro di persona e maltrattamenti: accogliendo la richiesta della Procura ha quindi deciso per la permanenza della custodia cautelare nel penitenziario sassarese di Bancali.
Respinta l’istanza di arresti domiciliari formulata dal difensore Marzio Altana. Davanti al giudice, i due coniugi – 47 anni lui, 43 lei – si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. “I tempi sono stati strettissimi – spiega l’avvocato Altana – e ho potuto parlare con i miei assistiti solo cinque minuti prima dell’udienza. Domani – annuncia – incontrerò entrambi per capire come si siano svolti i fatti e decidere la linea difensiva da adottare.