Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Zaia: “Evasori ed ereditieri occupano le case popolari”

Zaia: “Evasori ed ereditieri occupano le case popolari”

Padova 21/08/2019 ©bergamaschi marco PROTESTA ATER - CORTEO CASE POPOLARI - fotografo: marco bergamaschi

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia fa un’invettiva contro chi occupa le case popolari.

Luca Zaia, presidente della regione Veneto, si scaglia contro chi occupa le case popolari durante un convegno a Palazzo Balbi.

“In Veneto ci sono 14 mila famiglie, alcune con bambini piccoli, in attesa di un alloggio popolare. Quattromila sono composte da stranieri che vivono qui da più di 5 anni. Le altre diecimila da veneti. Parliamo di persone in difficoltà ed è per loro che abbiamo deciso questo giro di vite: chi può permettersi una casa a prezzi di mercato deve liberare l’alloggio lasciandolo a chi versa davvero in stato di bisogno”.

Molte persone che vivono indebitamente nelle case popolari hanno “ereditato” la casa dai genitori. Oppure ci sono inquilini che non pagano da anni, nonostante abbiano conti correnti ben pasciuti. Ci sono addirittura che riaffittano le case popolari a prezzo maggiorato.

Insomma, una situazione fuori controllo. Lanzarin ha spiegato che “Se ci sono delle storture siamo pronti a risolverle, ma non si arretra di un millimetro. Anche perché nessuno lo dice, ma con le nuove regole 7 mila famiglie pagano meno”.

Secondo i dati 2.590: 39.733 hanno presentato l’Isee, come chiesto dalla legge. Tuttavia, il presidente della Regione Veneto ha spiegato che: “2.857 non hanno fornito la documentazione. Magari alcuni sono anziani che si sono dimenticati, ma gli altri? Ed è bene ricordare come viene calcolato l’Isee. Su 100 mila euro se ne tolgono 6 mila di franchigia, quindi si considera il 20% di ciò che resta. Dunque un Isee di 100 mila euro presuppone una ricchezza di gran lunga superiore tra reddito e patrimonio.”