Sei in: Home / Articoli / Ambiente / Voci smentite, le piste sciistiche venete saranno pronte per la prossima stagione

Voci smentite, le piste sciistiche venete saranno pronte per la prossima stagione

Ha iniziato a circolare la voce che le piste sciistiche del Veneto non sarebbero state pronte per l’imminente stagione invernale. Si trattava di voci infondate.

Il maltempo in Veneto ha certamente messo in ginocchio la regione. I danni ambientali causati da venti e piogge hanno ben pochi precedenti della stessa portata, e in molti sono ora alla ricerca delle cause di tale sofferenza. La mancata manutenzione, i condoni edilizi che per troppo tempo hanno permesso che il problema del dissesto idrogeologico non venisse affrontato, “l’ambientalismo da salotto” (nelle parole di Matteo Salvini), sono solo alcune delle cause addotte per spiegare come mai il Veneto abbia sofferto così tanto per l’ondata di maltempo.

Se è vero che la regione, e soprattutto i suoi alberi, hanno subito danni irreversibili, il Veneto non permetterà che la situazione comprometta le attività che la vedono al primo posto in Italia. Si parla soprattutto degli impianti sciistici, che ogni anno attirano nei meravigliosi paesaggi montani delle Dolomiti venete moltissimi turisti. Nonostante le voci, che avevano cominciato a circolare, secondo cui gli impianti non sarebbero stati pronti per la stagione invernale 2018-19, il governatore Luca Zaia e l’assessore al turismo della Regione, Federico Caner, hanno tolto ogni dubbio. Il Veneto sarà pronto per gli sciatori dell’imminente stagione.

“Sta circolando una voce del tutto falsa, che danneggia ulteriormente un territorio ferito ma che sta già lavorando per risollevarsi in tempi brevi: la montagna veneta sarà pronta per la stagione invernale 2018/2019 e chi vorrà trascorrere le sue vacanze nelle nostre località sciistiche troverà l’accoglienza di sempre”, ha detto Caner. “La montagna veneta sarà pronta ad aprire impianti e piste per la stagione sciistica in arrivo, già l’8 dicembre”, ha fatto eco Zaia, smentendo ulteriormente le dicerie. “Circolano strane voci che sarebbe meglio tacessero se non sanno”. “Su piste e impianti si stanno facendo verifiche e interventi e non ci saranno chiusure o ritardi nell’apertura della stagione dello sci. L’8 dicembre tutta la montagna veneta risponderà presente, perché tutto ciò che serve si sta già facendo. Il rilancio sarà lungo e faticoso, ma proprio per questo non è il caso di aggiungere problemi falsi ai tanti veri che ci sono”.

Check Also

Autocisterna di gasolio rovesciata sulla A13

Poco prima delle 20:30, un’autocisterna che trasportava gasolio si è rovesciata sulla A13, tra i …